Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:17 METEO:VOLTERRA17°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 12 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La Spezia, crolla il ponte levatoio della Darsena di Pagliari: il momento in cui cade tutto

Attualità martedì 19 gennaio 2021 ore 17:54

Il grido dei giovani democratici per Volterra

I Gd con Giani e Santi
I Gd con Giani e Santi

Il giorno dopo la delusione per la mancata nomina a Capitale della cultura 2022 hanno espresso orgoglio per il percorso fatto: "Non finisce qui"



VOLTERRA — "Il meglio deve ancora venire" hanno detto i giovani del Pd dell'alta Valdicecina. Ieri per Volterra è sfumato il sogno di diventare capitale italiana della cultura 2022, il Mibact ha nominato Procida, isola campana.

I giovani del Partito democratico hanno commentato: "Vogliamo esprimere l’orgoglio per la nostra candidata: Volterra. Siamo entusiasti di tutto il lavoro e di tutta la mobilitazione che questo progetto ha portato nel Comune. Abbiamo assistito al primo mattone per la costruzione di una casa caratterizzata da forti valori: investimento sui giovani, difesa degli enti locali, supporto delle eccellenze, valorizzazione della storia, rinnovamento, progresso. L’amministrazione comunale e il comitato per la candidatura ci hanno dato prova di quanto sia possibile fare con una progettazione coerente, con un lavoro di coesione sufficiente a smobilitare tutta la cittadinanza, con l’elevazione del confronto come unica via per il successo".

"Come canta il famoso cantautore Ligabue “il meglio deve ancora venire” perché, non dobbiamo pensare che tutto ciò che è stato fatto fino ad ora sia da mettere nel cassetto dei ricordi; anzi noi Giovani Democratici ci impegneremo a collaborare con l’amministrazione per non lasciar sfumare questa iniziativa". 

"Siamo sicuri - hanno aggiunto - che dal Comune arriveranno tanti stimoli per progredire in questa direzione. Hanno dimostrato in questo anno e mezzo di governo di essere la migliore espressione di come amministrare una città come la nostra: ricca di storia, piena di possibilità e progetti allungo e breve termine. La candidatura di Volterra a Capitale della Cultura è stata la miccia per una progettazione di ampio respiro nel nostro territorio". 

"La mobilitazione sociale della cittadinanza ha permesso la riscoperta di tutte quelle sfumature che Volterra ha come caratteristiche imprescindibili: L’alabastro, la civiltà etrusca, l’ex manicomio con NOF4 in primis, tutta la storia romana. L’Anfiteatro appena scoperto deve essere e sarà al centro del nostro sviluppo come comunità e come territorio. Come sosteneva il sindaco di Pomarance Ilaria Bacci un territorio che è sempre stato caratterizzato da campanilismi ha dimostrato di poterli abbattere in ottica di un fronte comune per un grande obiettivo. Per concludere il sostegno per una svolta sostenibile sarà molto importante per l’appoggio a qualsiasi tipo di iniziativa che caratterizzerà l’Alta Val di Cecina. Vogliamo ancora esprimere le congratulazioni sopra ogni verdetto a Paolo Verri, Ledo Prato insieme a tutti quelli che hanno lavorato al progetto, al Sindaco e l’amministrazione comunale. Confidiamo che tutto il lavoro fatto fino ad ora sia solo la punta di un iceberg di un grande movimento di coesione per la nostra magnifica zona" hanno concluso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
È stato eletto dall'assemblea convocata in parte in presenza e in parte in remoto a causa delle restrizioni per l'emergenza sanitaria Covid
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Monica Nocciolini

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Politica