QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°15° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Attualità sabato 06 maggio 2017 ore 14:10

Il murale dei volterrani conquista Livorno

"Trionfo"

Il concorso per giovani artisti dedicato alla città labronica è stato vinto da Andrea Montagnani e Cosimo Grandoli. Per loro 1500 euro



VOLTERRA — Sono Andrea Montagnani e Cosimo Grandoli, con la loro opera Trionfo, i vincitori di Livorno a fuoco. Giovani artisti per un murale, il concorso lanciato dalla Fondazione d’Arte Trossi-Uberti e dal Rotary Club Livorno con la collaborazione del Comune di Livorno.

Rivolto ad artisti e a gruppi di massimo tre artisti under 35, il concorso ha messo in palio la possibilità di realizzare un murale autorizzato ampio 45 metri quadri circa, dislocato su una porzione di muro perimetrale dell’area “Pista di Pattinaggio” in viale Nazario Sauro, al numero 32.

Al bando, pubblicato a dicembre 2016 con scadenza al 15 marzo 2017, hanno risposto ben 84 artisti da ogni parte d’Italia e sono stati accettati 81. La giuria che ha valutato i progetti era composta da Gianni Pozzi (presidente) docente di Storia dell’arte contemporanea e di Economia dell’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, Paolo Ciriello fotografo di scena, Alberto Salvadori direttore dell’Osservatorio per le arti contemporanee dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze (assente giustificato ai lavori della commissione), Antonietta Squillante responsabile Film Commission del Comune di Livorno e Olimpia Vaccari coordinatore esecutivo del Centro di Studi storici mediterranei dell’Università di Pisa e Vicepresidente del Rotary Club Livorno.

Il progetto Trionfo proposto dai due artisti di 28 anni di Volterra si è aggiudicato il premio di 1500 euro per realizzare la loro opera sul muro di viale Nazario Sauro entro il 20 giugno 2017.

Questa la motivazione della Giuria: “Si tratta di un lavoro che parte da sei grandi foto di illustri livornesi, politici, artisti, calciatori, vignettisti anche e ne propone la trasposizione pittorica, due a due, nei tre riquadri del muro assegnato per l’iniziativa. L’opera è sembrata, nell’apparente oggettività dei ritratti fotografici, un interessante esempio di commistione tra fotografia, pittura e affiche pubblicitario, capace di fare della street art non solo un veicolo di espressione personale ma anche un elemento urbano capace di veicolare una memoria collettiva, ricostruita però dal punto di vista di un autore. Non va dimenticato del resto come molti esempi di arte contemporanea, dagli anni ’60 in poi, abbiano insistito proprio sull’appropriazione anche di spazi pubblicitari – muri, cartelloni o altro – piegandoli a un uso non pubblicitario e utilitaristico ma artistico, proprio per una diversa vivibilità dell’arte e dello spazio urbano”.

L’opera seconda classificata è risultata essere Dippy dippy di Attilio Trovato (Enna, classe 1993). Infine, terzo classificato è il progetto Sognando l’avventura di Davide D’Angelo (Ascoli Piceno, classe 1984).

Il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione Trossi-Uberti, visti i vari altri progetti tra quelli selezionati come più interessanti dalla Commissione d’esame, con unanime decisione ha deciso di assegnare una propria Menzione speciale conferendola al progetto Controvento di Alessandra Carloni (Roma, classe 1984).



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Politica