Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:57 METEO:VOLTERRA11°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 02 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Bacco, il medico no vax pentito: «Vaccino acqua di fogna? Oggi non pronuncerei quelle parole»

Interviste mercoledì 28 maggio 2014 ore 23:05

"La Mc Laren è finita fuori strada a causa della strada pericolosa"

Questa l'opinione di Armando Mangini pilota della Valdera che spiega cosa potrebbe avere causato l'incidente avvenuto ieri tra Saline e Pomarance



VOLTERRA — Ha fatto il giro del mondo la notizia dell'incidente di ieri, 28 maggio, avvenuto tra Pomarance e Saline di Volterra, quando una lussuosa Mc Laren F1 è finita contro un albero e poi nella scarpata. A bordo due americani, usciti quasi illesi, e tra i soccorritori il noto attore britannico Rowan Atkinson, più conosciuto come Mr. Bean che guidava un'altra Mc Laren nell'ambito di un raduno dei gioielli della casa automobilistica.
Il pilota Armando Mangini è molto conosciuto in Valdera ed ha trascorso la vita tra il suo famoso negozio e le gare con le macchine sportive e da pista. Mangini in merito all'incidente spiega che "“quella strada è molto pericolosa: quasi a cadenza settimanale succedono incidenti, specialmente tra i motociclisti". "Penso che il problema non è tanto nelle vetture, che mediamente sono sicure - aggiunge Mangini - quanto nelle strade: gli alberi sono pericolosi e vanno schermati con i guard-rail; buche, alberi e dossi rappresentano un pericolo per chiunque a maggior ragione per le automobili sportive”.
L'auto protagonista dell'incidente è un modello stradale  super veloce che sfiora i 300 chilometri orari e Mangini spiega che "guidare una McLaren non è mai facile, ci vuole esperienza, basta una distrazione". "Trattandosi di turisti - aggiunge - mi viene da pensare che si stessero godendo le colline toscane e il conducente abbia perso la concentrazione”. 
A proposito della possibilità che un incidente simile avrebbe potuto avere conseguenze peggiori se avvenuto con un'altra auto, il pilota afferma che "la McLaren sicuramente ha limitato i danni agli occupanti, ma una macchina più piccola forse non avrebbe retto così bene l'urto contro un albero". "Per questo insisto - conclude - le strade devono essere sicure, le macchine lo sono già”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Avviso del gestore idrico che ha in programma la realizzazione di bypass sulla condotta di adduzione e distribuzione, tra giovedì e venerdì
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

CORONAVIRUS