QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 10 dicembre 2019

Attualità venerdì 29 novembre 2019 ore 14:00

New Design 2019, premiata studentessa volterrana

Laura Aragon Hernandez è stata scelta come una delle migliori giovani creative dei Licei Artistici italiani, per la sua reinterpretazione di una sedia



VOLTERRA — Una studentessa volterrana, Laura Aragon Hernandez, è stata selezionata tra i migliori giovani creativi nell’ambito del design dei Licei Artistici italiani. La “sfida di creatività” è stata lanciata dal MIUR con il progetto “New Design 2019”, finanziato dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici. Obiettivo era valorizzare il Liceo Artistico come luogo di manualità e di eccellenze, premiando la capacità dei Licei italiani di stare al passo con i tempi.

Le classi quarta e quinta, indirizzo design metalli, del Liceo Artistico di Volterra hanno raccolto la sfida, confrontandosi con la progettazione in chiave contemporanea di oggetti e spazi della storia e della tradizione. Il tema ispiratore era: “Da Cosa Nasce Cosa, forma e funzione del passato nell’ottica del presente”. A partire dalla figura di un designer o un maestro di alto artigianato, agli studenti veniva chiesto di elaborare nuovi prodotti che non fossero un semplice riadattamento di aspetti estetici e funzionali, ma una personale reinterpretazione delle radici del design. Tra le opere pervenute ne sono state selezionate 86 di 55 Licei Artistici, che sono state oggetto di una mostra presso i Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali di Roma nei giorni 6 e 7 novembre.

Per il Liceo Artistico di Volterra è stata selezionata l'opera “Din-Antico” di Laura Aragon Hernandez, seguita dai professori Marina Di Majo, Marcella Marini, Alvina Giaquinto, Gianni Gronchi. 

La proposta è stata quella di tradurre un oggetto di arredamento, la sedia “Zig-Zag”, disegnata nel 1934 dal designer T.G. Rietveld e scelta per la dinamicità, espressa in forma sintetica e trasferita dalla stessa studentessa in un gioiello-scultura, composto da forme squadrate, ma anche curve che fanno riferimento alla sinuosità del nostro territorio, da cui derivano idealmente e fisicamente i materiali con cui è stato realizzato il prototipo consegnato al concorso: rame, ottone e alabastro.

Agli autori delle opere selezionate e ad un insegnante accompagnatore, il MIUR ha offerto come premio un viaggio di tre giorni a Roma con soggiorno gratuito. Il primo giorno, all’interno dell'hotel Parco Tirreno, è stato presentato il programma dei lavori e il tema della prossima edizione. Il giorno successivo i giovani sono stati guidati in una visita al Museo dei Fori Imperiali e Mercato di Traiano dove il pomeriggio è avvenuta l'inaugurazione della mostra delle opere, allestita in quella cornice. Il terzo giorno hanno partecipato alla fase finale del concorso, svolta al MAXXI, il Museo delle Arti del XXI secolo: designer e architetti illustri si sono avvicendati ad argomentare temi sull'importanza del design nella scuola e nella quotidianità.

“E' stata un esperienza indimenticabile che mi ha fatto crescere ed aprire a nuove opportunità, ho avuto l'occasione di potermi confrontare con altrettanti studenti dei licei artistici di tutta Italia,....una delle cose più belle che mi rimarranno impresse è stata quella di arrivare al museo e trovare persone che non conosci, ma loro ti conoscono attraverso la tua opera e ti fanno i complimenti per il lavoro”.



Tag

Arrestato Rosario Greco, il pirata della strada che ha ucciso un bimbo e ferito l'altro

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità