comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:14 METEO:VOLTERRA15°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 28 ottobre 2020
corriere tv
Piazze in fiamme in Italia: guerriglia da Nord a Sud contro il Dpcm

Politica giovedì 10 luglio 2014 ore 17:07

Non è mai stato fatto un piano serio per le strade del territorio

Garfagnini si Sinistra Democratica attacca i sindaci Martignoni e Ferrini: "c’è il rischio di isolamento per 6 paesi su 9 nel nostro Comune"



POMARANCE — "I Sindaci di Pomarance e Castelnuovo denunciano la situazione critica del Ponte sul Pavone, al confine tra i due Comuni, tra i paesi di San Dalmazio e Montecastelli. Mi domando come mai si accorgono solo adesso non solo della criticità di quel ponte, ma anche della possibilità di iniziare a risolvere i problemi infrastrutturali della nostra zona sfruttando queste risorse e la disponibilità della Regione Toscana". Queste le parole di Marco Garfagnini, capogruppo Sinistra Democratica Pomarance. Secondo Garfagnini i due primi cittadini "si appellano al Governatore Rossi affinchè mantenga l’impegno a cofinanziare un intervento urgente sul ponte, come intervento di area da finanziare grazie ai fondi dell’Accordo ENEL-Regione-Comuni Geotermici", ma il capogruppo dell'opposizione si domanda "dove erano i Sindaci nel 2010, quando Rossi al Museo della Geotermia di Larderello disse chiaramente che la Regione era disponibile a finanziare al 50% interventi infrastrutturali di area?". "Done erano i sindaci - aggiunge - quando Rossi ribadiva questa disponibilità ad ogni iniziativa legata al nostro territorio ed al problema della viabilità e della sicurezza?".
Garfagnini rammenta che "il PD Alta Val di Cecina ribadiva questa necessità nella Conferenza Programmatica di Zona" e che uno dei sindaci "aveva anche partecipato a qualche iniziativa".
"Dove erano i sindaci- continua il capogruppo - quando nei Consigli Comunali ribadivamo la necessità di un lavoro congiunto tra tutti i Comuni dell’Alta Val di Cecina? Pensavano a spezzare in due la nostra zona?"
"In consiglio comunale a Pomarance - spiega il rappresentante di Sinistra Democratica - proponemmo di non destinare 2 milioni e 100 mila euro ad un protocollo con un Ente ormai senza risorse, la Provincia, ma di definirlo con la Regione, che aveva ribadito la disponibilità. Sono risorse delle quali ancora non si son visti i frutti".
"Nonostante abbiano amministrato e lo faranno per i prossimi 5 anni con una quantità enorme di risorse a disposizione, risorse mai viste nei nostri Comuni - commenta Garfagnini - non è mai stato fatto un piano serio per progettare e finanziare questi lavori". "Quando chiedevamo un segnale forte sulla Sarzanese-Valdera per collegarci alla Fi-Pi-Li, a Pisa e Pontedera, alle Università - aggiunge - abbiamo visto esplodere la Val di Cecina, con Volterra che puntava alla 68 verso Colle, con Castelnuovo che si è chiuso a riccio nel suo Comune ed ha usato le risorse per tutto quello a cui non erano destinate e con Pomarance che invece proprio non le ha nemmeno usate".
"Due settimane fa in consiglio comunale a Pomarance - dichiara - rispondevo alle linee di mandato presentate da Martignoni ribadendo la necessità di un piano di emergenza per il dissesto idrogeologico ed infrastrutturale, ascoltavano?"
"C’è il rischio di isolamento per 6 paesi su 9 nel nostro Comune - accusa Sinistra Democratica - nemmeno una iniziativa è ancora stata messa in atto; adesso, 5 anni dopo l’arrivo dei primi milioni di euro e ne son arrivati davvero tanti, dopo 4 anni che Rossi ribadisce la disponibilità, dopo un’intera legislatura passata senza aver concordato un priorità e di conseguenza senza aver ottenuto nessun passo avanti, i Sindaci spronano Rossi, adesso, a meno di un anno dalle elezioni Regionali".

Fonte: Marco Garfagnini Capogruppo Sinistra Democratica Pomarance



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Cronaca