QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°31° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 19 luglio 2019

Attualità martedì 05 febbraio 2019 ore 12:04

Per Moschi Volterra non è più sicura

L'ex assessore, ora consigliere di minoranza, è preoccupato: "L'oasi di tranquillità pare non esistere più, escalation di furti negli ultimi mesi"



VOLTERRA — "Serve sicurezza" ha detto Paolo Moschi, ex assessore alle opere pubbliche e poi, dopo i ribaltoni ben noti, divenuto consigliere di minoranza e maggior critico delle azioni della giunta guidata da Marco Buselli.

A pochi mesi dalle elezioni comunali Moschi è intervenuto per dire la sua sul tema sicurezza, tema centrale a livello della politica italiana.

Per l'ex assessore Volterra non è più sicura, in sostanza. Questo il suo intervento: "Tra gli elementi che da sempre hanno caratterizzato una buona qualità della vita a Volterra, vi è certamente il dato della sicurezza. Volterra è sempre stata una città tutto sommato tranquilla, nella quale la delinquenza era cosa rara".

"Purtroppo dobbiamo tutti ammettere - ha detto Moschi - che questa oasi di tranquillità pare non esistere più. Nelle ultime settimane, ma potremmo dire apertamente negli ultimi mesi, registriamo un'escalation di furti che sinceramente ci preoccupano. No, non possiamo far finta di nulla e pensare che tutto sia comunque nella norma. L'estate scorsa ne hanno fatto le spese le campagne, agriturismi, turisti. Più recentemente i casi si sono moltiplicati a Saline, nelle periferie di Volterra (Cappuccini ma non solo) e perfino nel centro storico".

"Cos'è successo? - si è chiesto il preoccupato Moschi - Sicuramente il persistere della crisi gioca a favore di questi fenomeni. Dall'altro lato assistiamo alle nostre forze dell'ordine che sono praticamente ridotte ai minimi termini, decisamente sotto organico, con personale non reintegrato da anni. Infatti da norma il Commissariato di Volterra dovrebbe avere in organico 39 uomini, invece ne ha 22 sulla carta, di cui uno tecnico e uno che a breve sarà pensionato. Fin'ora si è tolto a Volterra pensando che il sistema potesse reggere comunque, ma così non è stato".

Riguardo alle forze dell'ordine il consigliere ha detto: "Alcuni anni fa Volterra perdeva la Polizia Stradale: la promessa fu che sarebbero però aumentate le volanti del Commissariato. Ad oggi invece la Polizia ha pochi uomini, dopocena quasi assenti, e la città non è più purtroppo monitorata come anni addietro. La prossima amministrazione dovrà concentrarsi molto, cercando di lavorare insieme in sinergia alla Questura di Pisa e al Ministero dell'Interno per ripristinare l'organico originario delle nostre forze dell'ordine. Così come sarà fondamentale pensare ad un sistema di telecamere che monitorano il territorio comunale nei punti più strategici. Telecamere omologate al Mit e messe a disposizione di tutte le forze dell'Ordine, e non solo alla Municipale. Operazione che stanno portando avanti, con successo, anche alcuni Comuni limitrofi. La sicurezza, anche per Volterra, non sarà una cosa scontata, ma un qualcosa sul quale lavorare, con costanza e decisione. Anche perché una città internazionale come Volterra merita sicurezza. E le centinaia di migliaia di persone che ogni anno salgono meritano di non essere lasciate alla fortuna".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Attualità

Politica

Attualità