comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°22° 
Domani 20° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 09 aprile 2020
corriere tv
Gesù Cristo in carne ed ossa. «L'Ultima Cena» di Leonardo diventa un quadro vivente grazie a tre premi Oscar. L'anteprima del Corriere della Sera

Politica venerdì 19 settembre 2014 ore 18:50

Provincia, il centrosinistra vuole Filippeschi

Sono 28 i sindaci sui 36 in totale (oltre a Pisa) che lo investono come prossimo presidente



PISA — “Abbiamo proposto a Marco Filippeschi, sindaco di Pisa al secondo mandato, di candidarsi alla carica di presidente dell’amministrazione provinciale, nella forme che questo ente verrà ad assumere sulla base della legge Del Rio e in conseguenza delle elezioni di secondo grado previste per domenica 12 ottobre”.

Così in una nota i 28 sindaci del centrosinistra del territorio. Che in questo modo mettono il sigillo sull’investitura ufficiale di Filippeschi alla guida del nuovo organismo che nascerà dopo la consultazione e alla quale sono chiamati i grandi elettori (oltre 500, tra sindaci e consiglieri comunali) la seconda domenica di ottobre.

Hanno firmato l’appello: Alessio Antonelli, sindaco di Cascina; Alessio Barbafieri, sindaco di Lajatico; Francesca Brogi, sindaca di Ponsacco; Giovanni Capecchi, sindaco di Montopoli; Carlo Carli, sindaco di Fauglia; Arianna Cecchini, sindaca di Capannoli; Sandro Cerri, sindaco di Montecatini Val di Cecina; Lucia Ciampi, sindaca di Calcinaia; Thomas D'Addona, sindaco di Crespina Lorenzana; Giulia Deidda, sindaco di Santa Croce sull'Arno; Sergio Di Maio, sindaco di San Giuliano Terme; Maria Antonietta Fais, sindaca di Terricciola; Renzo Fantini, sindaco di Riparbella; Simona Fedeli, sindaca di Montescudaio; Vittorio Gabbanini, sindaco di San Miniato; Marco Gherardini, sindaco di Palaia; Massimiliano Ghimenti, sindaco di Calci; Carlo Giannoni, sindaco di Monteverdi Marittimo; Corrado Guidi, sindaco di Bientina; Alessio Lari, sindaco di Buti; Federico Lucchesi, sindaco di Castellina Marittima; Giancarlo Lunardi, sindaco di Vecchiano; Renzo Macelloni, sindaco di Peccioli; Andrea Marini, sindaco di Santa Luce; Simone Millozzi, sindaco di Pontedera; Juri Taglioli, sindaco di Vicopisano; Mirko Terreni, sindaco di Casciana Terme Lari; Gabriele Toti, sindaco di Castelfranco di Sotto.

Mancano all’appello – è il caso di dirlo – i sindaci dei Comuni con un diverso orientamento politico. E cioè: Casale Marittimo, Chianni, Guardistallo, Orciano Pisano, Pomarance, Santa Maria a Monte, Volterra.

“Nella fase che precede la definitiva scomparsa delle province, che saranno sostituite nel giro di due anni da un assetto totalmente rinnovato, incentrato sulle aree vaste – riprendono i 28 sindaci del centrosinistra – riteniamo necessario che la Provincia di Pisa continui a svolgere il ruolo di snodo istituzionale fondamentale per la messa in opera, gestione e, n molti casi, anche programmazione, di importanti politiche strategiche: dalla pianificazione territoriale a quella dei servizi di trasporto, dalla programmazione della rete scolastica alla gestione dell’edilizia scolastica e alla ricerca ed elaborazione dei dati al contrasto dei fenomeni discriminatori”.

Ma la Provincia dovrà “inoltre curare le relazioni istituzionali sia con le altre province dell’area vasta, per costruire e consolidare nuovi ed efficaci assetti gestionali, sia con i Comuni, anche per favorire i processi di aggregazione e di costituzione di Unioni dei Comuni, verso cui riteniamo importante indirizzare il sistema toscano delle autonomie locali. È soprattutto in vista di questa opzione strategica che ci sembra giusto investire nella presidenza dell’Ente il sindaco della città più importante della nostra provincia, che è anche un centro direzionale fondamentale per l’intera area vasta costiera”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità