QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°15° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 08 dicembre 2019

Attualità domenica 10 novembre 2019 ore 08:58

Stipendi, Cgil chiede incontro urgente alla giunta

Non si placa la polemica, dal sindacato Sonia Antoni: "Ai lavoratori non è stato tolto un euro? Affermazione grave e offensiva"



POMARANCE — La Cgil Funzione Pubblica è intervenuta per replicare all'articolo apparso sul nostro quotidiano QUInewsVolterra intitolato "Gli stipendi aumentano se ci sono risultati" in cui dal Comune di Pomarance veniva chiarita la questione degli stipendi dei funzionari, dopo alcuni botta e risposta con le opposizioni.

Da Cgil hanno chiesto un incontro urgente con la nuova giunta, aggiungendo che la frase "ai lavoratori, non è stato tolto un euro" è "grave e offensiva" e in "perfetto stile padronale".

A parlare per la Cgil è Sonia Antoni: "Dibattere su farraginosi aspetti di carattere normativo e contrattuale (per lo più sconosciute ad una larga parte dell'opinione pubblica) è del tutto superfluo e fuorviante, alla necessità invece di motivare le scelte compiute, assumendosene la responsabilità politica. L'amministrazione rinuncia a fare un'assunzione part time. Chiarisca bene le motivazioni ai lavoratori ed ai cittadini".

Per Antoni "il tentativo di far passare il messaggio che “la capacità assunzionale dell'ente “equivarrebbe anche a considerare un'assunzione “genuina”, il part time a tempo determinato a ruolo di staff, è assolutamente impropria e strumentale. Questa assunzione, come ci è stato ribadito, è fatta con i risparmi derivati dalla rinuncia ad un segretario comunale full time e non dalle risorse della capacità assunzionale. Affermare inoltre “che alla fine, ai lavoratori, non è stato tolto un euro, pur potendolo fare,” lo considero un'affermazione grave e offensiva nei confronti dei lavoratori. Un'amministrazione pubblica che si permette tali affermazioni, lo fa in perfetto stile padronale".

"Niente di più sbagliato, per una giovane amministrazione - ha aggiunto Antoni - che forse cerca di colmare l'inesperienza e le difficoltà di governo , facendo valere i rapporti di forza. Ascoltare anche le ragioni dei lavoratori , per trovare mediazioni e soluzioni equilibrate, nell'interesse collettivo, sarebbe un buon viatico per rafforzare la macchina organizzativa ed ottenere collaborazione. Chiederemo comunque un incontro urgente alla giunta, per avere i necessari chiarimenti rispetto alle affermazioni riportare sulla stampa di questi giorni, in quanto ci sono aspetti che non collimano, con le informazioni che abbiamo avuto in delegazione trattante".



Tag

Lo spot di Natale è un fallimento: l'azienda perde in borsa e viene travolta dalle critiche, «È sessista»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Politica

Politica