Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA16°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 17 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, le notti violente all'Arco della Pace

Lavoro lunedì 08 marzo 2021 ore 12:50

Geotermia, la Cgil chiede un "Cambio di passo"

"A Regione ed Enel Green Power chiediamo un cambio di passo sulla questione del rinnovo delle concessioni", dice il sindacato



POMARANCE — Vertice del coordinamento regionale Geotermico della Filctem Cgil con all'ordine del giorno diversi argomenti, con particolare attenzione alla situazione generale del comparto geotermico e sul tema degli appalti.

Sono state auspicate "Condizioni sempre più favorevoli allo sviluppo delle energie rinnovabili, inclusa quella geotermica, e che si dia contemporaneamente il via libera definitivo alla pubblicazione del nuovo decreto, prevendo quegli incentivi allo sfruttamento della risorsa geotermica che erano stati incomprensibilmente esclusi nel primo decreto FER 1".

"È altresì necessario affrontare e risolvere al più presto le problematiche legate alle procedure di autorizzazione dei nuovi impianti geotermici", dice la Cgil, "Anche per poter approfittare degli ingenti capitali messi a disposizione dal Recovery Plan. Enel Green Power Italy, titolare delle attuale concessioni geotermiche, deve però rinunciare a immotivati e incomprensibili alibi con cui sta attualmente procrastinando la realizzazione dei nuovi impianti"

"Chiediamo altresì ad Enel Green Power Italy un piano di investimenti al 2024 congruo agli intendimenti aziendali, dichiarati recentemente dal nuovo Responsabile della Geotermia, per il rilancio del settore, anche con l’insourcing di attività che ad oggi risultano esternalizzate. In tal senso valutiamo positivamente la decisione di Enel Green Power Italy di procedere nelle prossime settimane all’assunzione di personale ad elevata professionalità (si stimano tra le 15 e le 20 assunzioni). Riteniamo però che queste assunzioni siano solo il primo passo per risolvere la cronica carenza di personale che denunciamo da troppo tempo. E’ infatti necessario procedere speditamente anche all’assunzione di lavoratori junior, in numero significativo, tenuto conto che le attuali carenze di personale si aggraveranno con l’uscita di 80 lavoratori entro il 2024 per iso-pensionamento."

"E’ altresì necessario - dice ancora la Cgil - che in tempi rapidi sia dia una soluzione alla spinosa questione del rinnovo delle concessioni geotermiche in scadenza al 2024. Chiediamo alla Regione Toscana e ad Enel Green Power Italy un cambio di passo su questa problematica, che veda anche il pieno e concreto coinvolgimento delle organizazioni sindacali. confederali e di categoria nella discussione di questa delicata materia.

Valutiamo infine con favore le dichiarazioni di Enel Green Power di aver aumentato del 10% le ricadute sulle ditte in appalto del comprensorio geotermico nel triennio 2017-2019. Siamo però al contempo fortemente preoccupati da quanto registrato negli ultimi mesi nel rinnovo di alcuni appalti in scadenza, per i servizi di pulizia, guardiania e portierato; questi appalti sono stati rinnovati con un forte ribasso economico rispetto ai precedenti e ciò avrebbe potuto determinare un insostenibile peggioramento nei salari delle lavoratrici addette. Solo grazie all’intervento della nostra categoria e della Filcams Cgil è stato possibile recuperare gran parte del gap economico. E’ pertanto necessario che nel rinnovare questa tipologia di contratti Enel Green Power Italy utilizzi un capitolato di gara idoneo a garantire il pieno mantenimento del salario dei lavoratori coinvolti."

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Uno è stato registrato a Pomarance, gli altri tre in comuni del versante "Valli Etrusche". Il punto sui tamponi effettuati e sui vaccini
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Lavoro