Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA17°26°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 16 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, incidente tra filobus 90 e un'auto: almeno dieci passeggeri contusi

Attualità martedì 29 giugno 2021 ore 18:05

Guardia medica, manca personale

Guardia medica, appello ad Asl e Regione per la carenza di medici. Il problema riguarderà tutta la stagione estiva, in particolare agosto



POMARANCE — L’Amministrazione Comunale di Pomarance ha appreso dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest che a causa della carenza generale di medici a livello sia nazionale che regionale, si registrano difficoltà a coprire i turni estivi della guardia medica a Pomarance.

Per il mese di luglio al momento i turni (diurni sabato e domenica, notturni su 7 giorni) sono stati tutti coperti tranne 5 notti, in cui il servizio di continuità assistenziale sarà comunque sempre garantito dal medico in servizio a Ponteginori/Saline di Volterra. Tuttavia resta l’incertezza sulla copertura dei turni per il mese di agosto.

“Sappiamo bene che il problema della carenza dei medici è grave e generale e rivolgiamo un accorato appello a Regione ed Asl affinché siano trovate soluzioni per garantire in ogni modo possibile la presenza della guardia medica a Pomarance, senza dover ricorrere all’accorpamento delle sedi – dichiara la sindaca di Pomarance Ilaria Bacci – La Asl ha già previsto alcune possibilità come l’impiego dei medici Usca, l’eventuale coinvolgimento dei medici di famiglia, il supporto delle sedi limitrofe. Chiaramente è doveroso rassicurare la cittadinanza che il servizio d’emergenza urgenza viene sempre garantito dal 118 e sono sporadiche le chia mate al medico di guardia, ma è comunque fondamentale che nel nostro territorio non si perda il servizio di continuità assistenziale”.

Una ulteriore richiesta dell’Amministrazione Comunale di Pomarance riguarda la riapertura del punto di primo soccorso del 118 a Castelnuovo Val di Cecina: “E' stato chiuso con l’emergenza Covid e rappresenterebbe un importante supporto alla rete sanitaria territoria le, ne attendiamo la riapertura”, chiude Bacci.

Sull'argomento da registrare un intervento della consigliera regionale leghista Elena Meini.

“Da più parti della Toscana-afferma Elena Meini, Consigliere regionale della Lega-sembrano esserci seri problemi nel garantire un adeguato servizio di guardia medica.” “E’ il caso, ad esempio, di Pomarance-prosegue il Consigliere-dove pare ci siano effettive difficoltà a coprire tutti i turni.” “Diversi punti interrogativi, infatti, riguarderebbero l’effettiva presenza di questi professionisti per il mese di agosto-precisa l’esponente leghista-ed è quindi doveroso ed urgente che l’Asl affronti seriamente la problematica.” 

“L’arrivo dell’estate-sottolinea la rappresentante della Lega-non deve assolutamente rappresentare un ostacolo insormontabile e l’assistenza sanitaria deve essere comunque garantita in modo funzionale per 365 giorni all’anno.” “Altra questione, non minimale-conclude Elena Meini-concerne la non più differibile riapertura del punto di primo soccorso del 118 a Castelnuovo; di tutto ciò, quindi, chiederemo direttamente lumi all’Assessore Bezzini.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono mesi che la città della Torre non assiste ad una pioggia battente. Rischio danni: diramata una allerta meteo in codice arancio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità