Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:VOLTERRA7°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 09 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Sanremo: Morandi, Ranieri e Al Bano fanno cantare l'Ariston

Attualità giovedì 13 ottobre 2016 ore 13:02

La Tari costa meno per i negozi virtuosi

Il Comune è intenzionato a ridurre la tassa agli esercenti che adotteranno buone pratiche nello smaltimento dei rifiuti



POMARANCE — Un abbattimento del costo pari a circa il 20 per cento del totale: è questo lo sconto che il Comune di Pomarance vuole applicare alla Tari di quegli esercenti che sapranno impegnarsi in un virtuoso smaltimento dei rifiuti. L'iniziativa è sancita da un protocollo fra l'Amministrazione, rappresentata dal vicesindaco Nicola Fabiani, Confesercenti e il centro commerciale naturale. 

Tra le buone pratiche ci sono la diffusione degli imballaggi, l'acquisto di grandi formati a discapito di quelli piccoli, evitare gli imballaggi usa e getta, consentire la possibilità, nei casi in cui l'esercente venda alimenti o bevande, di portare via gli avanzi dei pasti.

La riduzione della tassa sui rifiuti agli esercizi commerciali, come le altre, è possibile grazie alle risorse accantonate dall'Amministrazione comunale con la vendita dei materiali riciclati.

Questa iniziativa si affianca ad altre riduzioni della Tari previste dall'Amministrazione comunale anche per le utenze domestiche, ad esempio con riduzioni per chi usa il biocomposter, per le famiglie con disabili e a basso reddito o per chi conferisce all'isola ecologica fino a 100 chili all'anno. Iniziative importanti a fronte di un aumento delle Tariffe che per l'annualità 2016 nel Comune sarà mediamente del 25%.

Fermi restando l'eliminazione della Tasi per le abitazioni principali ed il blocco delle altre imposte locali al minimo possibile, con la pressione fiscale che negli ultimi anni è scesa, si registra purtroppo a carico dei cittadini questo aumento della Tari dovuto alla chiusura della discarica di Buriano, situata nel Comune di Montecatini, che finora era stata utilizzata.

Maggiori sono i costi di trasporto e smaltimento adesso che i rifiuti vengono portati nella discarica di Legoli a Peccioli e inoltre c'è la necessità di reperire le risorse per la chiusura e la gestione post mortem del sito di Buriano.

Risorse che non erano state previste e che i Comuni del territorio hanno iniziato ad accantonare dal 2010, ma sono insufficienti a coprire l'intero ammontare necessario. Inoltre, la normativa vigente prevede che i costi relativi alla gestione dei rifiuti possano essere reperiti unicamente attraverso la Tassa.

Alla luce di questo risulta ancora più importante, oltre che obbligatorio in base alle previsioni ed alla programmazione regionale, nazionale ed europea, continuare a investire sulla raccolta differenziata. E indispensabile cercare di ridurre la quantità di rifiuti e quindi anche i costi, favorendo la qualità del riciclo.

L'Amministrazione comunale, seppur con tutte le difficoltà e le incertezze che ricadono su questa materia, informa che cercherà di proseguire in questo percorso per completare la riorganizzazione del servizio avviata e mettere in campo tutte quelle iniziative, come lo sono anche le Fonti dell’acqua, volte a perseguire questi obiettivi e allo stesso tempo a far risparmiare i cittadini, confidando sempre più nella loro determinante collaborazione, attiva e consapevole.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il Cda, composto da Lilia Silvi, Silvia Provvedi, Stefano Grassi, Paolo Franceschini, Alessandro Salvini e Stefano Benedetti, sarà ancora a guida Pepi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità