Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:45 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 20 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip
Pecco Bagnaia sposa Domizia, le nozze a Pesaro con tanti amici vip

Attualità martedì 19 maggio 2015 ore 20:50

Presidio Smith: un segnale forte aspettando l'ad

Si attende la data dell'incontro sotto la tenda fuori dallo stabilimento, stamani visitato dai sindaci. Il blocco delle merci per far sentire la voce dei lavoratori



VOLTERRA — E' trascorso il primo giorno di presidio davanti allo stabilimento della Smith Bits di Saline di Volterra che rischia la chiusura. Da stamani alle 6 i lavoratori si alternano con turni di 4 ore e da 8 per la notte (dalle 22 alle 6). Fuori dai cancelli questa amttina anche la visita dei sindaci di Pomarance Martignoni e di Volterra Buselli.
La voce che si è alza è unanime: serve presto l'incontro con l'amministratore delegato Giuseppe Muzzi per chiarire cosa intende fare, dopo la data prevista per oggi, 19 maggio, al Mise che è poi saltata.
Una presa di posizione forte da parte dei lavoratori nei confronti dell'azienda che dopo 21 giorni dall’apertura della procedura di mobilità, non ha ancora messo nulla sul tavolo delle trattative. C'è il blocco delle merci in entrata ed in uscita, con alcune eccezioni legate al fabbisogno minimo aziendale e alla sicurezza. Un blocco che, come è stato deciso e deliberato dall'assemblea dei lavoratori di ieri, non ne vuole assolutamente decretare la chiusura dell'attività aziendale, ma che si pone come "filtro e resistenza" di fronte ai vertici che, di fatto, sono fermi nelle loro posizioni a quelle lettere di mobilità del 27 aprile. Il presidio sarà modulato in base alle risposte dell'azienda, ma intanto serviva un segnale deciso.

Domattina l'assessore regionale Gianfranco Simoncini sarà a Roma, al Ministero, per il tavolo People Care e in questa occasione dovrebbe sollecitare il Mise, sperando che possa arrivare al più presto la convocazione dell'incontro con l'ad.

"Noi istituzioni stiamo con gli operai - spiega il sindaco di Pomarance Loris Martignoni - e non siamo disponibili ad altro se non ad una trattativa che possa definirsi tale. Ribadiamo il no alla chiusura, abbiamo stamani rinnovato la nostra solidarietà ai lavoratori e sollecitiamo al Regione affinché ci sia al più presto l'incontro al Ministero, che è indispensabile e che non può essere rinviato ulteriormente".
Intanto domani pomeriggio al consiglio comunale di Pomarance sarà discusso ,e si presume approvato all'unanimità, un ordine del giorno sulla Smith.

Il sindaco di Volterra Marco Buselli ha inviato una lettera al Presidente della Commissione Lavoro del Senato Maurizio Sacconi e al Presidente della Commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano per sollecitare interventi sul Ministero per accelerare i tempi della data di incontro con la multinazionale, "dal momento che, dopo aver bruciato tutte le tappe fino al mancato accordo sulla data, i settantacinque giorni della procedura di legge comunque scorrono inesorabili". "Abbiamo due mesi prima che per i 193 lavoratori scatti la mobilità - scrive il primo cittadino - per questo siamo a chiederLe di interessarsi per mettere in campo quanto necessario al fine di superare questa grave crisi che non riguarda solo i lavoratori coinvolti e le loro famiglie ma un intero territorio".

Buselli rivolge poi "l’invito a tutta la comunità e a enti, associazioni, ristoranti, bar e attività commerciali è quello di farsi sentire vicine al presidio, magari anche solo portando da bere o da mangiare, o creando qualche occasione di musica per aiutare i lavoratori a trascorrere il tempo".

C'è caldo sotto la tenda e il gazebo davanti a via Traversa, i lavoratori sono stanchi, ma combattivi. E non manca loro la solidarietà dei cittadini e dei salinesi che già da oggi hanno iniziato a portare dolci, acqua, bevande e cose da mangiare. La lotta è solo all'inizio.

E per sostenere concretamente i lavoratori, è stato attivato dai lavoratori stessi un fondo di solidarietà presso la Cassa di Risparmio di Volterra a cui tutti possono dare il loro contributo. Gli estremi sono: IT22Z0637071223000010003758.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Terminati i lavori di ristrutturazione, l'ufficio postale riapre i battenti. Santi: " Fondamentale e importante servizio per la comunità"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità