QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 28 febbraio 2020

Attualità mercoledì 13 agosto 2014 ore 08:05

Sanità: 900 pazienti aspettano il medico

Manca ancora il medico di base per sostituire la dottoressa Edi Fedeli, scomparsa prematuramente lo scorso 27 giugno da Sasso Pisano: il Comune al lavoro e la Usl garantisce il sostituto fino a fine agosto



CASTELNUOVO VAL DI CECINA — Manca ancora il medico di base che dovrà sostituire la dottoressa Edi Fedeli, scomparsa prematuramente lo scorso 27 giugno. I suoi quasi 900 pazienti di Castelnuovo Val di Cecina e della frazione di Sasso Pisano attualmente sono seguiti in via temporanea e provvisoria dalla dottoressa Rossi che continuerà a lavorare per tutto il mese di agosto, come rassicura il sindaco Alberto Ferrini, il quale aggiunge che "stiamo lavorando per trovare la migliore soluzione possibile".
L'amministrazione, dunque, si sta impegnando di concerto con l'azienda sanitaria per riuscire a garantire il servizio di medicina di base in un territorio disagiato, fatto di piccole frazione e campagne, con pochi abitanti, ma con numerosi pazienti da seguire, tra cui molti anziani.

La Usl 5 di Pisa, con un comunicato del 5 agosto, aveva invitato i pazienti della dottoressa Fedeli a scegliere un altro medico di base tra quelli che operano nei Comuni di Castelnuovo e Pomarance, compatibilmente con la loro disponibilità a farsi carico di nuovi assistiti. Un messaggio, dunque, che lasciava intendere che Fedeli non sarebbe stata sostituita con l'arrivo di un nuovo medico ed i suoi assistiti assorbiti da altri dottori del territorio. Sicuramente un'azione nel totale rispetto delle norme, poichè a Castelnuovo ci sono medici di base che possono ancora prendere in carico degli assistiti. Altrettanto vero che nessuno di questi al momento fa ambulatorio a Sasso Pisano, dove il medico di riferimento era la dottoressa Fedeli, in un territorio dove i piccoli borghi sono distanti tra loro diversi chilometri. Per questo la Val di Cecina è sempre stata riconosciuta dalla Usl come una zona particolare ed i bandi per i medici sono stati fatti sempre in base alle distanze e non per numero di abitanti.

Nei giorni scorsi l'intervento dell'amministrazione comunale: il sindaco Alberto Ferrini spiega che si è messo in contatto con il Direttore Generale della Usl Rocco Damone, il quale ha momentaneamente garantito la presenza della dottoressa Rossi fino a fine agosto. "Si tratta - spiega Ferrini - di un iter abbastanza complesso e le procedure per prendere un altro medico non sono semplici; per il momento, visto soprattutto che siamo in prossimità di ferragosto, la Usl ci ha dato la disponibilità di aspettare fino a fine agosto per avere il tempo di individuare di concerto con l'azienda la migliore soluzione possibile".
"Dopo ferragosto ci incontreremo con la Usl, con la Società della salute e con tutti i soggetti interessati per capire bene la situazione - illustra il sindaco - faremo un'assemblea per confrontarci con i cittadini, illustrare la situazione e stabilire il percorso più giusto; intanto abbiamo chiesto e ottenuto questa deroga e seguiremo questa situazione per tutelare la popolazione".

Si dovrà capire, dunque, se arriverà un altro dottore oppure se i medici attualmente in servizio potranno garantire di prendersi in carico gli assistiti di Fedeli e fare ambulatorio anche a Sasso Pisano, mantenendo i servizi necessari. Al momento, quindi, i pazienti possono già scegliere un altro medico oppure attendere e farsi seguire per tutto il mese di agosto dalla dottoressa Rossi.

Alessandra Siotto
© Riproduzione riservata



Tag

Coronavirus, Severgnini: «Io invitato in Rai, non mi hanno fatto entrare perché sono di Crema»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità