comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°29° 
Domani 15°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 16 luglio 2020
corriere tv
Folle inseguimento in tangenziale: ladri in fuga gettano la refurtiva per fermare i carabinieri

Attualità lunedì 29 giugno 2020 ore 11:33

Sos Volterra, lettera aperta a Enrico Rossi

L'associazione che da tempo si batte per l'ospedale: "Tagliati fuori da ogni meccanismo di realizzazione di posti di terapia intensiva"



VOLTERRA — Riceviamo e pubblichiamo di seguito la lettera che l'associazione Sos Volterra ha inviato lo scorso 24  giugno al presidente della Regione Toscana,  Enrico Rossi.

Sos Volterra da tempo interviene pubblicamente per criticare la situazione all'ospedale di Volterra e per chiedere posti di terapia intensiva.

"Signor Presidente,

abbiamo letto con amarezza la delibera regionale 741 del 15 Giugno 2020, in cui si traccia senza dubbi o fraintendimenti, la pianificazione per i prossimi anni ed il futuro concreto riguardo all'incremento strutturale dei posti di terapia intensiva e subintensiva in Toscana, varato a livello governativo e poi declinato a livello regionale.

Volterra, sia come Ospedale che come Auxilium Vitae, è stata tagliata fuori da ogni meccanismo di realizzazione di posti di terapia intensiva, di posti ordinari riconvertiti in subintensiva o di dotazioni aggiuntive per far sì che la subintensiva possa essere all'occorrenza trasformata in intensiva. 

Zero, ovvero la casella vuota, è il risultato per Volterra, sia come Ospedale che come Auxilium Vitae, in questo piano che va a dotare la nostra Regione di ben 193 posti letto in più, rispetto agli attuali di terapia intensiva, con 262 ulteriori posti in più di subintensiva, esito di riconversione di posti letto ordinari, con la possibilità di recuperarne all'occorrenza addirittura il 50%, sempre come cure intensive. 

Da quando il Ministro alla Salute Speranza ha varato i nuovi indici di posti letto di terapia intensiva (0.14 per mille abitanti), Sos Volterra ha chiesto immediatamente che la città si rendesse protagonista attivandosi senza perdere un secondo, per richiedere subito i tre posti letto che in base ai nuovi parametri, di fatto spettano al nostro territorio. Questo non è avvenuto, con un piano, portato anche all'attenzione del Consiglio Comunale, che invece parla, rimanendo sui posti letto attuali, di cure intermedie e dimissioni difficili. 

Ci troviamo quindi di fronte ad un piano locale, di cui la maggioranza di governo è soddisfatta, che non ha minimamente preso in considerazione la necessità immediata di cure intensive per l'Ospedale di Volterra. Il rischio reale è che con questo suo atto la Regione, ancora una volta, vada a penalizzare i territori più fragili, conteggiando l'indice dello 0.14 ogni mille abitanti come applicato non al singolo territorio su cui c'è un Ospedale di riferimento, ma all'intera area vasta. Chiediamo e lo facciamo ufficialmente con l'appello a Lei rivolto, che la delibera regionale in oggetto venga ritirata, rivedendo con urgenza le dotazioni di posti letto di terapia intensiva e considerandole in riferimento alle aree di pertinenza di ciascun Ospedale.

Certi di un rapido riscontro, porgiamo distinti saluti

Sos Volterra".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Cronaca