Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Pompei, nei cunicoli dei tombaroli: «Una rete tutta da esplorare»

Cronaca mercoledì 17 settembre 2014 ore 12:55

Truffe porta a porta: un arresto

Foto di repertorio

Cercavano di vendere insistentemente apparecchi per rilevare le fughe di gas per 249 euro ciascuno, minacciando le vittime di sospendere la fornitura



VOLTERRA — Nel primo pomeriggio di ieri, martedì 16 settembre, gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Volterra hanno denunciato un uomo di 28 anni di nazionalità albanese per il reato di truffa. Il ragazzo aveva raggirato una persona convincendola ad acquistare un apparecchio elettrico per la rilevazione domestica di fughe di gas al prezzo esorbitante di 249 euro, quando il normale prezzo di mercato è di poche decine di euro.
Già dalla mattina alcuni cittadini avevano informato il Commissariato che in città c'era un gruppo di giovani che bussando alle porte cercava insistentemente di convincere le persone all’acquisto di apparecchi elettrici. I giovani si presentavano negli appartamenti dicendo di dover controllare se l’abitazione era fornita di impianti di sicurezza. In altri casi, invece, i truffatori dicevano che dovevano redigere certificazioni per conto del fornitore di gas. Tutti modi per cercare di incutere nelle loro vittime ansia e paura, descrivendo dettagliatamente tragedie dovute alle esplosioni di gas. Poi si passava alle minacce, dicendo ai malcapitati che se non avessero comperato il rilevatore, i venditori sarebbero stati costretti a segnalare la mancanza di tale impianto, il che avrebbe comportato il distacco della fornitura del gas
L'intervento della Polizia di Volterra ha permesso di fermare una di queste persone nel pomeriggio: l'uomo è stato colto in flagranza durante uno di questi colloqui intimidatori. E' stato prima accompagnato in Commissariato per le dovute verifiche, quindi segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Pisa per il reato previsto e punito dall’articolo 640 del Codice Penale.
L’apparecchio in questione era un semplicissimo rilevatore del gas di tipo analogo ad altri presenti in commercio a poche decine di euro, per il quale i 249 euro richiesti da questi venditori appaiono assolutamente irragionevoli.
Al momento, grazie al rapido intervento della Polizia, risulta che la truffa si sia concretizzata solo in un caso, quello per il quale il giovane è stato denunciato.
Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Volterra invita tutte le persone che sono incappate in vicende analoghe a recarsi presso il loro ufficio di Piazza dei Priori per formalizzare l’eventuale querela.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I consiglieri di Democrazia civica chiedono maggior attenzione e prudenza a tutti. Nell'appello, l'invito a indossare la mascherina all'aperto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità