Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:55 METEO:VOLTERRA19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 18 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morto Franco Battiato. L'intervista del 2018: «Milano con la nebbia, mi piacque molto: cantavo per scherzo dei madrigali barocchi. Fu Gaber che mi disse di chiamarmi Franco»

Politica martedì 14 luglio 2015 ore 19:32

Un accordo per lo sviluppo della Valdicecina

Parrini e Mazzeo chiedono un passo in avanti oltre il tavolo al governo per la Smith con Eni, Enel e Schlumberger: un accordo di programma per la zona



FIRENZE — "Il tavolo nazionale che vedrà impegnati governo e Regione dovrà avere un duplice obiettivo: tutelare e salvaguardare i lavoratori della Smith Bits e allo stesso tempo costruire un accordo di programma per lo sviluppo dell'intera Val di Cecina".  

Così il segretario regionale e il responsabile organizzazione del PD Toscana Dario Parrini e Antonio Mazzeo intervengono alla vigilia dell'iniziativa promossa per domani, 15 luglio, dai sindaci della Valdicecina che hanno deciso di incatenarsi simbolicamente a Saline di Volterra per ribadire la centralità del tema del lavoro per l'intera zona.

"Come ha detto il presidente Enrico Rossi - proseguono Parrini e Mazzeo - è importante che il tavolo convocato dal governo e a cui siederanno anche Eni, Enel e Schlumberger, la multinazionale proprietaria della Smith, serva a rilanciare il lavoro e a non lasciare nessuno indietro".  "Dalla fine del mese scatterà la cassa integrazione per un anno per i lavoratori che non sono al momento rientrati nell'accordo - aggiungono - e questo tempo dovrà essere usato per far maturare concretamente ogni altra soluzione in grado di giungere alla salvaguardia dei precedenti livelli occupazionali. Quello che l'azienda ha finora presentato non è un piano industriale, ma un piano di sopravvivenza che certo serve a salvaguardare lo stabilimento e una parte dei lavoratori ma non può essere considerato un punto di arrivo".

Per questo Parrini e Mazzeo chiedono un'ulteriore scatto in avanti: "finora gli accordi di programma sono stati siglati per le aree di crisi complessa, ma in questo caso serve giocare d'anticipo e arrivare ad un accordo di programma che, partendo ovviamente dalla necessità di tutelare i lavoratori della Smith, abbia come obiettivo lo sviluppo dell'intera Val di Cecina, un territorio strategico e dalle grandi opportunità per tutta la regione".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono iniziati i lavori per il ripristino del manto stradale in Piazza Papa Giovanni XXIII, scattato il divieto di sosta con rimozione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità