Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità martedì 07 aprile 2015 ore 21:20

Un montone in fuga in via Trento e Trieste

L'animale è scappato ed è arrivato fino al centro abitato. Spaventato dalle auto, si è rifugiato alla scuola di musica accanto al liceo



VOLTERRA — Un grosso ariete in mezzo alla strada, proprio su viale Trento e Trieste, di fronte al liceo Carducci. L'animale, fuggito nel pomeriggio di oggi dalle campagne intorno a Volterra, era in mezzo al traffico ed avrebbe potuto provocare anche un incidente.

Probabilmente spaventato dalle macchine e da un contesto cittadino che non è certamente il suo habitat ideale, si è rifugiato di fronte all'ingresso della Scuola di musica. Sul posto, avvertiti dai passanti che c'era una grossa pecora, in realtà un maschio e quindi un ariete, sono intervenuti i carabinieri e gli operai del Comune che sono poi riusciti a catturarlo. 

L'animale è stato preso senza venire ferito e portato dal veterinario della Asl, per capire chi fosse il proprietario e da dove l'animale fosse fuggito. Una gita 'dentro porta' che è finita bene, senza danni per il montone nè per cose o persone. Talvolta, infatti, alcuni di questi animali possono essere anche aggressivi ed attaccare l'uomo, specie se in situazioni che loro percepiscono come pericolose.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La maggior parte dei contagi si è verificata tra i giovani, 28 tra bambini e adolescenti. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Spettacoli

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura