comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 21°34° 
Domani 21°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 12 agosto 2020
corriere tv
Dj morta, l'entomologo: «Gli insetti ci possono dare un tempo vicino a quello della morte»

Sport domenica 08 marzo 2020 ore 14:15

Valery Vigilucci: da Volterra alla maglia azzurra

Arriva direttamente da Volterra uno dei talenti emergenti del calcio femminile italiano.



TOSCANA — Stiamo parlando ovviamente di Valery Vigilucci, centrocampista offensiva classe 1997 della Fiorentina's Women. Cresciuta calcisticamente nella società viola, Valery è cresciuta di anno in anno fino a conquistarsi meritatamente la maglia della Nazionale. Il tutto grazie al carattere tenace e combattivo che è caratteristica principale degli abitanti della sua città d'origine.

Valery Vigilucci, nata il 14 aprile 1997, muove i primi passi nel mondo del calcio nelle giovanili del Firenze, società con cui disputa il primo campionato primavera nella stagione 2012/2013. In poche partite è già tra le titolari e si rivela un ingranaggio fondamentale nella squadra che, appena due anni dopo, conquisterà lo Scudetto di categoria battendo in finale il Torino.

Le sue prestazioni le valgono la chiamata nella rosa della prima squadra. Nel 2012/2013 arriverà anche il debutto in Serie A (una delle più giovani di sempre a riuscire nell'impresa). Il 2014/2015 è invece l'anno dell'ingresso in pianta stabile nella formazione titolare e del primo gol in carriera, realizzato il 17 gennaio contro la Torres. Un anno incredibile sia per Vigilucci (quattro gol in quattordici presenze alla fine) che per il Firenze, che chiuderà la stagione al quarto posto, miglior risultato di sempre.

Il 2015 coincide con l'affiliazione del club alla Fiorentina e della nascita della Fiorentina's Women. Valery viene confermata in squadra e due anni dopo bagna il suo esordio in Champions League segnando uno dei due gol con cui le toscane battono il Fortuna Hjørring. In quella stessa stagione si laurea anche Campione d'Italia con le compagne. Il vero boom, però, almeno a livello statistico è arrivato nel 2018/2019: spostata più avanti nello schieramento tattico, la volterrana ha risposto con la bellezza di 9 reti in 28 presenze. Davvero niente male per un esterno.

Nel frattempo le soddisfazioni sono arrivate anche con un'altra maglia: quella azzurra della Nazionale italiana. Vigilucci ha infatti completato tutta la trafila delle rappresentative giovanili. Con l'Under 17 è stata tra le protagoniste dello storico bronzo conquistato ai Mondiali in Costa Rica. Con l'Under 19 ha invece debuttato il 4 aprile 2015, giocando da titolare nella sfida con le pari età serbe e ha messo a segno la prima rete nella successiva amichevole contro l'Inghilterra giocata a Montepulciano.

Il passo successivo è stato quello della prima convocazione nella nazionale maggiore, arrivata grazie all'allora tecnico azzurro Antonio Cabrini. Agli ordini dell'ex leggenda dalla Juventus e Campione del Mondo 1982, Valery ha disputato il Torneo Internazionale Manaus 2016 e la Cyprus Cup del 2017. Nulla è cambiato anche con l'arrivo sulla panchina di Milena Bertolini, tecnico che ha continuato a darle fiducia e a convocarla con buona soluzione di continuità.

Esterno offensivo, Vigilucci ricorda per movenze Megan Rapinoe, stella degli ultimi mondiali femminili, anche se l'arsenale in zona gol è ancora tutto da costruire. Rispetto all'illustre collega americana, però, la volterrana ha maggiori capacità in copertura e molto spesso si è trovata a rivestire anche il ruolo di terzino. Ovviamente con un'interpretazione tutta concentrata sulla spinta offensiva. Valery non ha mai fatto mancare il suo nome sul tabellino marcatori e in 68 presenze totali con la prima squadra della Fiorentina ha messo a segno la bellezza di 10 reti.

Unica nota negativa di una carriera fin qui da incorniciare un brutto infortunio che nel 2019 la costrinse a stare ferma per sei mesi. Per questo guaio fisico non ha partecipato alle fase di qualificazione ed è stata costretta a saltare i Mondiali di Francia dello scorso anno. Una delusione per Valery che comunque non ha mollato e che in questa stagione è tornata a giocare ai suoi livelli abituali. Al momento il suo score parla di 10 presenze e di prove fondamentali per permettere alle compagne di raggiungere il secondo posto in classifica alle spalle della corazzata Juventus.

Il calcio, però, non è l'unico interesse di Vigilucci. Recentemente è stata anche testimonial per l'organizzazione no profit Code.org, realtà che ha come scopo quello di diffondere lo studio dell'informatica all'interno delle scuole.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

Politica

Elezioni 2020

Cronaca