QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 15° 
Domani 15° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 17 febbraio 2020

Attualità venerdì 17 gennaio 2020 ore 21:48

Aumenti mensa e trasporti, lettera aperta di Santi

Giacomo Santi, sindaco dalla primavera 2019
Giacomo Santi, sindaco dalla primavera 2019

Aumenti inevitabili per un servizio migliore, ha chiarito Santi. Alcune famiglie però si sono trovate in difficoltà. Trovata soluzione provvisoria



VOLTERRA — Dopo le accese polemiche di questi giorni sugli aumenti dei servizi mensa e scuolabus, il sindaco Giacomo Santi è intervenuto con una lettera aperta per fare chiarezza e spiegare che gli aumenti erano inevitabili ma si accompagnano a un servizio migliore. Alcune famiglie che si sono trovate in difficoltà ci sono state e il sindaco ha spiegato che è stata trovata una soluzione provvisoria per quest'anno.

Di seguito le parole di Santi:

"Vorrei rivolgermi a tutti i cittadini e le cittadine, compresi i più piccoli, per condividere gli sviluppi di una situazione, quella delle tariffe delle mense scolastiche, che comprensibilmente sta molto a cuore alla gran parte della nostra comunità.

Quello che è accaduto in queste prime settimane dell’anno dimostra tutta la grande complessità del governare una città, con tutte le sue difficoltà, i suoi bisogni, anche economici, e l’esigenza di offrire servizi sempre migliori dal punto di vista ambientale, sanitario ed educativo, che una buona amministrazione deve essere sempre capace di affrontare e risolvere.

L’enorme complessità di gestire un bilancio che riesca a contemperare tutte le esigenze dei cittadini, a volte anche contrapposte (servizi migliori comportano ovviamente costi più elevati), sono una questione ormai ben nota ed annosa e capisco, capiamo bene, che non possono da sole costituire una giustificazione per l’operato di una buona amministrazione, può essere semmai difficile spiegare ai cittadini tali difficoltà ma è nostro preciso dovere fare tutto il possibile per risolverle, senza nessuna intenzione di fuggire alle nostre responsabilità, anzi facendocene carico al cento per cento.

Considerata la gara di appalto per i servizi di mensa scolastica del comprensorio, con relativa aggiudicazione, avvenuta nei primi mesi dell’anno scorso, e fatta con l’intento di offrire servizi notevolmente migliori dal punto di vista alimentare, ambientale, sanitario ed educativo, la manovra di bilancio effettuata, dati i vincoli inderogabili di legge e le risorse disponibili (purtroppo scarse), era l’unica possibile per garantire la copertura necessaria e non privare dei necessari servizi i nostri giovani cittadini e le loro famiglie, tenendo comunque conto delle fasce di reddito delle famiglie (Isee) e della quota di cui si fa carico l’amministrazione Comunale che ricordiamo essere la più alta della zona.

Nonostante questo, anche a seguito di alcune segnalazioni, che come sempre abbiamo ascoltato e sempre ascolteremo, ci siamo resi conto che per alcuni cittadini queste misure erano comunque troppo onerose da sostenere per alcune famiglie e quindi, grazie al prezioso e costruttivo contributo di alcuni genitori rappresentanti di classe ai quali va tutta la mia gratitudine, ci siamo messi a lavoro con i tecnici dell’amministrazione comunale, che ringraziamo per l’enorme lavoro fatto a favore della collettività, per trovare una soluzione alternativa che ci permettesse di venire incontro alle esigenze delle famiglie compatibilmente con i vincoli di bilancio, tale positiva soluzione ha carattere provvisorio per l’anno in corso in modo da poter risolvere il sistema di tariffazione nel bilancio anche per i prossimi anni e nel migliore dei modi per tutta la cittadinanza.

Domani mattina alle 11 (sabato, ndr) incontreremo i rappresentanti dei genitori e spiegheremo nel dettaglio la soluzione chiedendo il loro parere, se sarà accettata si tratterà in poche parole di una revoca della parte specifica delle tariffe di mensa e trasporti (in pratica resteranno in vigore quelle precedenti).

Nel ribadire il nostro massimo impegno nel dialogo e nell’ascolto delle esigenze di tutti, sempre volto a soddisfare al meglio le esigenze dei cittadini di ogni età, confermiamo quindi di aver trovato una soluzione alle segnalazioni ricevute confidando di definire a breve, compiutamente anche per i prossimi anni e con il contributo di tutti i soggetti coinvolti, la manovra nel suo complesso, proseguendo nel percorso partecipativo per contemperare al meglio le necessità di bilancio e le risposte ai bisogni delle famiglie”.



Tag

Oleg Mandic e la liberazione da Auschwitz

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Politica

Politica