comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 18°31° 
Domani 16°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 02 luglio 2020
corriere tv
Muore Georg Ratzinger, fratello del Papa emerito

Attualità lunedì 22 agosto 2016 ore 11:30

Branco di cinghiali mette in fuga i turisti

Accade in una località del volterrano dove gli ungulati si aggirano intorno a un agriturismo spaventando i villeggianti. La denuncia è di Coldiretti



VOLTERRA — Accerchiati e messi in fuga, costretti anche a rifugiarsi in auto per paura di venir caricati. Così un branco di cinghiali sta tenendo sotto scatto i turisti di una struttura ricettiva nel volterrano. Questa la denuncia giunta in una nota stampa da Coldiretti Pisa che da tempo ha richiesto l’attivazione della procedura di emergenza per il contenimento degli ungulati.

Il fatto si è verificato all'inizio di agosto in località La Villa, dove un branco di cinghiali (9 quelli censiti) starebbe ormai da giorni minacciando i villeggianti di un agriturismo della zona, chiamato Il Rifugio dei sogni. "Nonostante i solleciti e la lettera scritta al sindaco del Comune con cui si richiede un intervento immediato per scongiurare conseguenze ben più gravi - scrivono da Coldiretti nella nota stampa - non è stato fatto ancora niente. I cinghiali continuano a “pascolare” indisturbati nell’aia dell’agriturismo e nel parcheggio rappresentando un pericolo per l’incolumità delle persone".

L’ultimo episodio pericoloso, risalirebbe ad alcuni giorni fa, quando un gruppo di turisti sarebbe stato costretto a rifugiarsi in auto per evitare di essere caricati da un cinghiale.

Preoccupato, il titolare dell'azienda agricola e agrituristica Mario Busato: “I turisti si ritrovano la sera, davanti alla porta, i cinghiali. Non è una situazione possibile ne tanto meno gestibile. L’altra sera – ha raccontato a Coldiretti – due turisti sono stati aggrediti: si sono salvati perché sono scappati in macchina e si sono rinchiusi dentro. Non voglio immaginare cosa avrebbe potuto succedere se uno dei cinghiali avesse caricato uno dei loro”.

Sulla questione del contenimento degli ungulati sostenuto e più volte richiesto da Coldiretti, parla il presidente della sezione pisana Fabrizio Filippi che dice: “La situazione è molto grave e pericolosa: non si tratta dei soli prodotti agricoli, di cui gli ungulati puntualmente si alimentano, è una questione di sicurezza pubblica. Di chi è poi la responsabilità se qualcuno si fa male e viene aggredito da un cinghiale? Ci aspettiamo dalla Regione Toscana l’attivazione della procedura prevista dalla legge obiettivo regionale così come assicurato dopo la nostra protesta. Non si può andare avanti così”.

Lo scorso anno, sempre in estate, a Castellina Marittima un uomo perse la vita in conseguenza ad un incidente stradale provocato proprio dai cinghiali.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca