Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:VOLTERRA16°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 01 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La gioia incontenibile di Laura Pausini per il Golden Globe

Politica mercoledì 04 novembre 2020 ore 14:29

"Cedimenti sulla 68, la Provincia intervenga"

Asfalto dissestato lungo la Sp68

"La Provincia intervenga sulla Curva della Morte" è l'appello lanciato da Paolo Moschi, consigliere di Uniti per Volterra



VOLTERRA — "La nostra zona più di altre ha necessità di interventi straordinari, per tornare competitiva - scrive Paolo Moschi, consigliere comunale del gruppo di opposizione Uniti per Volterra -. Sulla nuova 68, nella ex Curva della Morte, alla mia interrogazione sul perché si fossero formati degli avvallamenti in un tratto, la risposta è stata che la direzione dei lavori avesse effettuato una variante in corso all'opera: in pratica sono stati cambiati alcuni materiali del sottofondo". 

"Chiedo ufficialmente al Sindaco di Volterra se è sua intenzione attivarsi presso la Provincia di Pisa per risolvere la situazione - prosegue Moschi -, che dovrà avvenire certamente a costo dell'Ente che ha pianificato tali varianti. La cittadinanza di Volterra e della Valdicecina ha atteso tanto: per una volta sarebbe opportuno avere risposte e date certe per la risoluzione dei problemi". 

Per Moschi manca attenzione al tema della viabilità. "Serve uscire dall'attuale stato di ordinarietà per pianificare un nuovo assetto infrastrutturale di Volterra e della Valdicecina - è l'auspicio del consigliere di Upv -. Se questa Valle dovrà avere un futuro, senza scadere nell'assistenzialismo, e se la Regione vorrà veramente aiutare i territori, serve una pianificazione condivisa e una tempistica certa di interventi sostanziali. Non possiamo certo accontentarci di manutenzioni ordinarie, che sono pur preziose. Se la Valdicecina, prima la 68 e adesso la 439 sono oggetto di asfaltature e stabilizzazioni attese da decenni, lo dobbiamo all'intesa con Anas, che ha voluto mettere in sicurezza le strade che ha ripreso. Un'operazione di cui sono orgoglioso e che si è dimostrata vincente. Ma che non può bastare". 

"Serve individuare da subito dei lotti funzionali di viabilità stradale da ammodernare - conclude Moschi -, seguendo progettualità coerenti con i tempi, ma anche pianificare e provare a immaginare un impiego delle nuove tecnologie di mobilità dolce green, che sono finanziate dall'Unione Europea. Serve uno scatto d'orgoglio, poiché i Comuni, e tra questi il Comune di Volterra, non possono accontentarsi dell'ordinaria amministrazione".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Attualità