Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:25 METEO:VOLTERRA16°30°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 24 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ddl Zan-Vaticano, Draghi: «Questo è uno Stato laico, non uno Stato confessionale»

Politica martedì 30 luglio 2019 ore 15:57

"Ferito portato all'ospedale di Cecina, perché?"

Paolo Moschi

Il caso è sollevato da Paolo Moschi, consigliere comunale di Uniti per Volterra, che pretende una risposta dall'azienda Usl Toscana nord ovest



VOLTERRA — "Non potendo accettare il silenzio - scrive il consigliere di opposizione Paolo Moschi (Uniti per Volterra) -, chiedo ufficialmente una risposta dalla direzione Asl, dal responsabile del 118 e da chi nell'amministrazione comunale presiede alla sanità".

A preoccupare Moschi è il rischio di un depotenziamento dell'ospedale volterrano, ipotesi che da sempre tiene in allarme i volterrani. Moschi basa ora le sue preoccupazioni portando all'attenzione dell'opinione pubblica quanto avvenuto due settimane fa.

"Due domeniche fa - racconta il consigliere di Upv - , poco dopo le ore 8 di mattina, un ragazzo di 25 anni di Poggibonsi si è cappottato con l'auto sulla ss 68 dentro Saline. Dopo il celere intervento dei soccorritori, il giovane è stato trasportato per accertamenti al pronto soccorso di Cecina anziché a quello di Volterra. Ovvero è stato portato a 30 km di distanza anziché a 10". 

"Ritengo questo fatto di una gravità enorme - commenta Moschi -. Anche perché potrebbe stare a significare due cose: la prima ipotesi è che esiste la volontà di boicottare l'ospedale di Volterra, cercando di far registrare sempre meno numeri di accesso. La seconda, che sarebbe ancora peggiore, è che al nostro Pronto Soccorso non siano garantite le professionalità sufficienti a presiedere alla sicurezza sul territorio. E questa seconda sarebbe una colpa tutta interna alla Asl Nord Ovest, con chiare responsabilità politiche. Ovviamente stiamo parlando di un territorio turistico, già altamente penalizzato dalla viabilità e dalla lontananza coi centri maggiori, pertanto un qualcosa che non possiamo lasciare passare. Chi vuole continuare a umiliare l'ospedale di Volterra? Chiediamo lumi e chiarezza alla direzione Asl. Certamente noi non ci fermeremo fino a quando non avremo una risposta adeguata".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una delegazione del Comitato Pro-Ospedale ha incontrato, nei giorni scorsi, il consigliere Sostegni, presidente della Commissione Sanità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Salvatore Calleri

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cultura