comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:01 METEO:VOLTERRA7°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 17 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Calenda telefona in diretta, Mastella si alza e se ne va: lo scontro in diretta da Lucia Annunziata

Attualità venerdì 01 aprile 2016 ore 17:30

"Gli errori del Pd hanno disastrato la Salina"

Marco Buselli

Così il sindaco Buselli commenta le dichiarazioni politiche scaturite alla notizia dei licenziamenti alla Locatelli



VOLTERRA — "Decenni di errori strategici ci hanno consegnato una Salina, che dovrebbe essere il nostro fiore all'occhiello, ai minimi termini ed in condizioni disastrose". Non usa mezzi termini il sindaco di Volterra Marco Buselli commentando le dichiarazioni politiche, e in particolare quelle degli esponenti Pd, scaturite alla notizia dei licenziamenti alla Locatelli.

"In un momento in cui abbiamo cercato unità, chiamando tutti i gruppi politici a sostegno dei lavoratori - ha criticato Buselli - il Pd locale, anziché avere un minimo di pudore, incalza all'insegna dello sciacallaggio politico".

E prosegue: "Hanno il coraggio di parlare di mancanza di politiche di area e di scelte subite o non governate? Quando l'ex senatore Brunale prometteva duecento posti di lavoro nel 99, a fronte dell'accordo Monopoli-Solvay, appena siglato, non se lo ricordano? Erano queste le politiche di area? O svendere acqua e sale alla Solvay? La nostra visione di insieme è ben conosciuta invece a tutti i livelli istituzionali. Sto ancora aspettando un tavolo sulle royalties con il Ministro Guidi, promesso dal presidente Rossi, ma credo che, visti gli accadimenti, dovrò attendere l'insediamento del nuovo Ministro".

Il primo cittadino parla poi del rapporto con l’azienda Locatelli: "Abbiamo da sempre richiesto tre cose: sicurezza dello stabilimento, un piano industriale serio, il mantenimento dei livelli occupazionali. E' stato dato supporto all'azienda per il mantenimento ed il rilancio dell'attività, prendendo l'iniziativa e chiedendo che la Regione avesse direttamente la cabina di regia della crisi, sostenendo l'azienda in relazione alle criticità economico-finanziarie. Se oggi lo stabilimento è ancora in piedi, col cambio del codice Ateco e gli sconti per l'energia accordati, è perché assieme a sindacati, Amministrazioni locali e regionale, abbiamo lavorato bene. In un momento in cui c'è da fare quadrato e condannare senza se e senza ma - sbotta Buselli - il comportamento autoritario dell'azienda, sparare sul mucchio è un errore strategico. L'ennesimo".

Infuriato anche l'assessore alle attività produttive Gianni Baruffa che dice: "Questo è il momento del fare e se possibile del fare insieme. Abbiamo dato segnali importanti di apertura ad un dialogo serio con il partito democratico locale su due tematiche importanti come la sanità e il lavoro. Chiedo solo di avere più rispetto e cercare di collaborare e non di trovare un pretesto per addossare, tra l'altro inesistenti, colpe a qualcuno. Purtroppo questa situazione è precipitata improvvisamente e anche la regione non era stata informata di niente. Insieme alla regione, direttamente con l'ufficio di presidenza e sindacati lavoriamo fianco a fianco già da un anno, e non accettiamo lezioni da chi in passato non ha fatto ne programmazione e ne tanto meno politiche di area. Noi siamo disposti a lavorare seriamente anche con la minoranza - ha concluso l'assessore -, ma bisogna essere seri, e dimostrare che su tematiche strategiche per un territorio ci sia lealtà. Piena solidarietà alle due lavoratrici e vicinanza da parte di tutta l'amministrazione".



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

L'EDITORIALE

Cronaca

Cultura