Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA10°19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 06 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Cerciello, la vedova in lacrime: «Questa sentenza non mi riporterà Mario»

Politica lunedì 16 novembre 2020 ore 10:10

"Il nostro ospedale può e deve fare la sua parte"

Nuovo appello della lista civica Per Volterra affinché la Ausl dirotti al Santa Maria Maddalena alcuni interventi ordinari, con un anestesista h24



VOLTERRA — "Volterra non rientra tra gli Ospedali Covid e, proprio per questo - scrivono dalla lista civica di opposizione Per Volterra -, deve essere urgentemente dedicata a ricoprire quel ruolo di valvola di respiro per la cura delle patologie ordinarie che non possono fermarsi a causa della presenza del virus, a cominciare da oncologia e cardiologia". 

La lista civica commenta alcune recenti dichiarazioni della direttrice della Ausl Toscana nord ovest, Maria Letizia Casani, e proprio a lei torna a rivolgere un appello.

"Abbiamo accolto positivamente la prima dichiarazione della direttrice e adesso, alla luce dell'ingresso della Toscana nella zona rossa e dell'odierna dichiarazione - scrivono da Per Volterra -, non dobbiamo e non possiamo più attendere. Abbiamo già parlato con il Sindaco Santi e siamo pienamente convinti che Volterra deve poter svolgere da subito un ruolo fondamentale, attraverso il dirottamento nel nostro nosocomio di tutte quelle visite oncologiche e cardiologiche, delle prestazioni ambulatoriali e delle attività chirurgiche che riguardano l'ordinario, prevedendo anche la stabilizzazione di un anestesista h24 presso il presidio di Volterra, così da permettere di poter eseguire funzioni o interventi più complessi, come richiedono anche molti dottori. In questo modo Volterra potrebbe offrire anche quelle cure del dolore o quegli interventi che, soprattutto in Oncologia, permettono di alleviare parte della pena della malattia". 

"Adesso il tempo delle parole è esaurito - concludono -, e dobbiamo evitare che quanto affermato rimanga una semplice posizione di circostanza o uno slogan. Il compito dell'ASL è quello di passare ai fatti, permettendo all'Ospedale di Volterra di essere adesso un punto di riferimento no covid per la Val di Cecina e la Val d'Era, magari pensando a strutturare stabilmente queste funzioni anche per quando l'emergenza sarà finita".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Altri tre casi nel Comune di Pomarance, tre nuovi contagi in zone del versante Valli Etrusche. Il punto sulle vaccinazioni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità

Cronaca