comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 22° 
Domani 18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 08 aprile 2020
corriere tv
Coronavirus, soccorritrice del 118 consola paziente agitato in un letto di contenimento: «Stai calmo»

Politica giovedì 09 gennaio 2020 ore 16:00

Istruzione, "Agevoliamo fasce più deboli"

L'assessore all'istruzione Viola Luti

Scuola, le scelte dell'Amministrazione Comunale di Volterra spiegate punto per punto in risposta alle polemiche di questi giorni



VOLTERRA — "Per quanto riguarda il settore dell’Istruzione, la volontà dell’Amministrazione Comunale è indirizzata ad agevolare le fasce di reddito più deboli ed a promuovere politiche di agevolazione nei confronti dei nuovi residenti", spiega l'amministrazione comunale di Volterra.

"Per entrare nello specifico dei temi, bisogna innanzitutto dire che le rette del nido e dello Spazio Gioco Educativo, non solo sono rimaste invariate, ma abbiamo raddoppiato la fascia di esenzione portandola a 9000 € (mentre prima era fino a 4500€) e tolto il limite di età per le agevolazioni ai nuovi residenti che fino ad oggi era fissata a 45 anni. Questa scelta del togliere il limite di età è dovuta al fatto che a livello nazionale si sta registrando una genitorialità che avviene sempre più spesso in età avanzata.
Allo stesso modo anche per le mense abbiamo raddoppiato la fascia di esenzione (sempre fino a 9000€) e tolto il limite di età per nuovi residenti."

"Le tariffe della mensa sono calcolate in base a tre scaglioni relativi al reddito ISEE:
0-9000€ esenti; 9001-17000 il costo a pasto è 4 € e oltre 17.000€ 6€.", spiega ancora il Comune.

"Gli aumenti della mensa, che sono stati apportati nelle fasce di reddito più alte sono dovuti ad alcuni fattori:
• alla gara, effettuata durante l’amministrazione Buselli, che ha previsto l’inserimento di alimenti biologici e prodotti a filiera corta (per adeguarsi alle disposizioni dei Codici Ambientali Minimi) che hanno un livello qualitativo migliore, ma anche un costo maggiore. Rispetto alla gara precedente che aveva un importo di 265’000€, l’attuale servizio ha un costo complessivo di 446’000€, portando quindi ad un aumento di 181’000€;
• Oltre alla migliore qualità che viene offerta, la rimodulazione degli scaglioni di reddito ISEE ha permesso di rendere esenti le famiglie fino a 9’000€ annui.
Vogliamo aggiungere, che per la prima volta dopo anni il servizio mensa per il Nido di San Lino è partito in contemporanea all’inizio dell’anno scolastico.
Per fare chiarezza invece su quanto detto in questi giorni in merito al trasporto scolastico, il trasporto viene modulato in base alle distanze, come già in atto e riscontrabile dalla delibera di giunta N° 124 del 27/07/2010.

L’Amministrazione non ha modificato le tre fasce calcolate in base alla distanza:
• Fascia A comprendente le zone di Campagna;
• Fascia B comprendente le zone di Periferia;
• Fascia C comprendente le zone del Centro.

Per quanto concerne le tariffe dei trasporti, queste erano rimaste invariate da moltissimi anni e non più sostenibili visto gli aumenti del costo del carburante e delle spese connesse.L’Amministrazione ha comunque mantenuto il rapporto inversamente proporzionale fra distanza e costo del trasporto:
• Fascia A (andata e ritorno) 28.00€;
• Fascia B (andata e ritorno) 38.00€;
• Fascia C (andata e ritorno) 56.00€.

Se, ovviamente, viene usufruito solamente una tratta, il costo viene dimezzato.
Anche in questo caso, le agevolazioni per i nuovi residenti non hanno più il limite di età fissato in precedenza a 45 anni.
Per andare incontro alle esigenze delle famiglie abbiamo dato la nostra disponibilità a fornire i servizi di mensa e di trasporto per il tempo pieno nelle scuole di Villamagna e per la classe prima della primaria di San Lino.

Dal giorno del nostro insediamento abbiamo, inoltre, portato avanti azioni legate alla sicurezza e al miglioramento dei servizi:
• Abbiamo sanato la situazione nella scuola di Saline che, dall'alluvione del 2013 aveva il piano terra inagibile;
• è stata redatta la procedura operativa e inserita nel piano di protezione civile per la gestione del rischio idrogeologicopresso la Scuola di Saline di Volterra;
• Per quanto riguarda il progetto Studiare e Vivere a Volterra, siamo riusciti ad abbattere notevolmente i costi, garantendo comunque un miglioramento del servizio offerto".
"Vogliamo dire infine, che in questi giorni sono state divulgate informazioni false in merito ad un presunto messaggio inviato dall’Assessore Luti nelle chat delle scuole. L’Assessore Luti non ha mai inviato un messaggio ai genitori o alle docenti inerente alcune precisazioni sulle tariffe di mensa e trasporto scolastico. Tutte le affermazioni che convergono in tale senso, sono da ritenersi totalmente infondate. Le comunicazioni che questa Giunta e l’Amministrazione tutta darà alla cittadinanza, verranno fatte attraverso canali ufficiali ed incontri con la città in totale trasparenza abbiamo fatto fino ad oggi."



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Cronaca