Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA11°19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morti Covid: dove mettere il miliardo di euro in pensioni che l'Inps risparmia ogni anno

Attualità venerdì 19 febbraio 2016 ore 17:30

La direttrice Unesco riceve l'Ombra della Sera

Un momento della consegna

La statuetta è stata consegnata nel corso del conferimento di una laurea Honoris causa. A realizzarla è stato l'artigiano Spartaco Montagnani



VOLTERRA — La direttrice dell'Unesco ha ricevuto in dono, in occasione della cerimonia pe ril conferimento di una laurea Honori Causa, la statuetta conosciuta in tutto il mondo con il nome L'Ombra della Sera.

La cerimonia si è svolta lunedì 15 febbraio nell’aula magna dell’Università per stranieri di Perugia. La laurea Honoris Causa conferita a Irina Bokova è in “relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo”.  Si tratta della 34 esima laurea Honoris causa ricevuta per meriti nell’ambito delle numerose attività svolte dalla Bokova a livello internazionale e i numerosi incarichi governativi assunti a livello europeo che l’hanno proiettata fra i candidati al seggio di Segretario generale dell’Onu, vista la prossima scadenza del mandato di Ban Ki-moon.

Erano presenti il Ministro dell’istruzione e dell’Università e della ricerca Stefania Giannini, il viceministro degli affari Esteri Mario Giro, e le altre autorità civili e religiose. Per l’occasione erano presenti su invito del rettore ad assistere alla cerimonia il presidente della FICLU-Federazione Italiana Centri e Clubs per l’Unesco Maria Paola Azzario nonché i presidenti e rappresentanti degli oltre 145 clubs italiani tra cui il presidente del Club per l’Unesco di Volterra, l'avvocato Flavio Nuti ed il segretario Alessandro Furiesi, direttore della Pinacoteca Civica.

Al termine della cerimonia, la presidente della Ficlu ha consegnato alla Direttrice dell’Unesco, come segno di amicizia e riconoscenza, la statuetta in bronzo, simbolo di Volterra. Il manufatto, riproduzione fedele dell’originale attualmente al Museo etrusco Guarnacci, è stato realizzato dall’artigiano Spartaco Montagnani, ed era accompagnato anche da una lettera di presentazione nella quale si manifestava il sostegno dei Centri e Clubs per l’Unesco Italiani (tra cui quello di Volterra) per il raggiungimento degli obbiettivi e scopi dell’Unesco tra cui la valorizzazione e salvaguardia dell’enorme patrimonio artistico, storico e culturale di cui l’Italia e anche Volterra è manifestazione.

"Indubbiamente - dice il presidente del Club per l’Unesco di Volterra Flavio Nuti - questo incontro di Perugia oltre a riconoscere il ruolo importante della Ficlu quale organizzazione non governativa riconosciuta dall’Unesco, ha significato un importante passo per far conoscere alla stessa direttrice Bokova il valore storico e artistico della città di Volterra - che da tempo aspira ad un riconoscimento come sito Unesco- attraverso una dei simboli millenari della sua storia quale è l’Ombra della sera”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi casi di positività al coronavirus, seppur pochi, diventano un campanello d'allarme se rapportati alla popolazione residente
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca