Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA11°19°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 17 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Morti Covid: dove mettere il miliardo di euro in pensioni che l'Inps risparmia ogni anno

Politica lunedì 21 dicembre 2020 ore 09:45

"La ferrovia Cecina-Saline va riattivata"

A chiederlo con forza è la consigliera regionale Noferi del M5s. Da Settembre nessun treno, per lavoratori e studenti solo gli autobus Rfi sostitutivi



VOLTERRA — Sulla soppressione, avvenuta a Settembre, dei treni lungo la linea ferroviaria tra Cecina e Saline di Volterra, interviene oggi la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Silvia Noferi, che raccoglie e rilancia l'appello del “Comitato per la mobilità sostenibile in Toscana”.

“Nel Bando sulla valorizzazione delle ferrovie minori pubblicato sul Burt il 23 luglio del 2014 – ricorda Noferi - la Regione Toscana ha deciso di puntare sul trasporto sostenibile e nel Documento di Programmazione Economica e Finanziaria (Dpef) dello stesso anno con delibera di Giunta n.494 del 16 giugno 2014 ha avviato un progetto pluriennale per valorizzare le linee ferroviarie minori; ma forse a Settembre la stessa Regione non ricordava di aver chiuso proprio una delle tratte destinatarie delle risorse nella misura di otto milioni di euro”.

La linea Cecina – Saline di Volterra è stata attiva per anni solo nei giorni scolastici. Pur essendo utilizzata da lavoratori e viaggiatori, è stata protagonista nel 2016 dell'iniziativa culturale “Treno letterario”, voluta dai comuni di Cecina e Volterra col patrocinio della Regione Toscana, che valorizzava un percorso culturale attraverso le suggestioni dei romanzi di Cassola e la visita a siti archeologici. Mentre adesso, fermati i treni, sulla tratta viaggiano solo bus sostitutivi.

Silvia Noferi

"Chiediamo alla Regione Toscana di ripristinare il servizio sulla tratta nei giorni lavorativi e scolastici - questo l'appello della consigliera M5s - per consentire un collegamento quotidiano per tutti i pendolari per lavoro, studio o per i semplici viaggiatori per diporto. Auspicabile infine anche l'incremento di iniziative culturali e turistiche legate al viaggio in treno sulle tratte minori per promuovere la mobilità sostenibile e lo sviluppo turistico dei territori interessati.”

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
I nuovi casi di positività al coronavirus, seppur pochi, diventano un campanello d'allarme se rapportati alla popolazione residente
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Cronaca