QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10°14° 
Domani 13° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 12 novembre 2019

Attualità lunedì 21 dicembre 2015 ore 13:00

La 'realtà straordinaria' del liceo artistico

Un convegno in cui è stato presentato il progetto per l'elisoccorso e si è parlato della scuola della città con le sue eccellenze, fra passato e futuro



VOLTERRA — Si è respirato grande entusiasmo ed intensa partecipazione durante il convegno tenutosi nella mattinata di venerdì 4 Dicembre, nella suggestiva Aula Magna del Liceo Artistico dell’IIS “G. Carducci” di Volterra. 

Promosso dall'Istituto "Carducci" e dall'ASL n. 5 di Pisa, il convegno è stata un’occasione sia per presentare ufficialmente la proposta progettuale degli studenti del Liceo Artistico per l’Elisoccorso di Volterra, commissionata loro dall’ASL, sia per riflettere sulla nuova identità del Liceo Artistico tra tradizione e innovazione, in un percorso che dallo storico Istituto Statale d’Arte lo proietta verso scenari nuovi in armonia con l’evoluzione della società e degli assetti normativi.

Protagonisti dell’iniziativa sono stati in primo luogo gli studenti che con competenza, calorosa gentilezza hanno fatto gli onori di casa: hanno accolto gli ospiti, li hanno accompagnati e sono stati a loro disposizione nei vari momenti previsti dal programma. 

Preziosa per questo è stata la collaborazione degli studenti dell’indirizzo Alberghiero dell’Istituto “Niccolini”, che hanno curato i momenti di pausa, distinguendosi per l’attenzione e l’impegno.

La visita alla Scuola, sapientemente guidata dagli studenti e dai docenti attraverso i laboratori, le aule, le opere d’arte del Liceo Artistico, ha concluso le attività del convegno. Un aperitivo, servito dagli stessi studenti, ha salutato gli ospiti

“Questa scuola è una realtà straordinaria”, un “patrimonio” in cui convivono “opere del passato e opere progettate ora dai ragazzi”, un “unicum” che racchiude “bellezza e intelligenza del passato e del presente". Queste le parole usate nel suo intervento al convegno della dottoressa Flaminia Giorda, Dirigente Tecnico del MIUR. Ha sottolineato, quindi, l’esigenza di comprendere il naturale passaggio dall’Istituto d’Arte al Liceo Artistico all’interno di un percorso storico che non si può invertire; tra il rimpianto e le prospettive future, occorre puntare sulle capacità degli studenti di progettare e di progettarsi con un metodo che poi saranno in grado di estendere ai vari ambiti in cui la vita li porterà. 

La ricchezza del Liceo Artistico sta proprio in questo: “un continuo movimento tra teoria e pratica” consentito dalla fase del laboratorio che permette di verificare la fattibilità del progetto. Un elogio intenso, quindi, ai laboratori da lei definiti “fantastici, di grandissimo livello”; un elogio ai ragazzi, molti dei quali vengono da lontano; un grazie ai docenti per la loro passione e la loro competenza. Definisce un “bene prezioso” il rapporto scuola-territorio” che deve essere coltivato mediante uno scambio di risorse: la scuola offre creatività e competenze, il territorio offre non solo sostegno economico, ma soprattutto opportunità per far emergere quelle risorse. L’arte dell’alabastro è stata fondamentale nel passato: oggi essa deve svilupparsi in sintonia con la nuova realtà. Nei laboratori questo passaggio è già presente: emergono metodologie nuove che utilizzano strumenti nuovi. Proprio l’alabastro offre alla dottoressa Giorda la metafora che conclude il suo intervento: questa pietra ci comunica l’idea di purezza unita a quella di fragilità, nonostante la sua natura di “minerale”, da ciò consegue una delicatezza di lavorazione; una scuola come il Liceo Artistico di Volterra ha ugualmente una grande bellezza data dalla struttura, dalla passione del personale che ci lavora, dagli studenti, è allo stesso tempo una realtà delicata che ha bisogno di infinite cure. Da qui l’appello finale: ognuno si prenda a cuore questa scuola in coerenza con il suo ambito; è sul piano della qualità che la scuola può competere: ogni progettazione abbia alla base bellezza, unicità, gusto della qualità.

Il presidente del Consiglio di Istituto, Leo Bongini, ha coordinato l’incontro aperto dal saluto del Dirigente dell’IIS “Carducci”, prof. Gabriele Marini; sono seguiti i saluti e gli interventi delle autorità e dei rappresentanti degli enti: il sindaco del comune di Volterra, Marco Buselli, che era accompagnato dall’assessore all'Istruzione e Cultura Alessia Dei, Sabina Ghilli, responsabile zona AVC dell'ASL 5, Luigi Sebastiani, Dirigente Ufficio Scolastico di ambito territoriale di Pisa, il dottor Petruzzo, la dottoressa Ilaria Buselli del settore Istruzione ed Educazione della Regione Toscana, il geometra Massimo Malfetti responsabile dell'ufficio Tecnico AVC, ed il docente referente del Liceo Artistico Ferdinando Cerri,

Il Dirigente Scolastico del Carducci Gabriele Marini ringrazia "tutti coloro che hanno contribuito in modi diversi alla realizzazione di questo convegno che è stato una testimonianza di quanti frutti possa dare la sinergia tra le risorse del territorio, l’ASL che ha commissionato al Liceo Artistico l’opera d’arte" ed esprime "profonda gratitudine alle autorità che hanno partecipato, soprattutto per le loro parole che hanno messo in evidenza la peculiarità del Liceo Artistico volterrano e la sua ricchezza che scaturisce da un rapporto profondo tra passato e presente". Un ringraziamento anche ai "docenti dell’Artistico per la passione che dimostrano nel loro lavoro ed accanto a loro gli studenti che si stanno impegnando per la realizzazione del progetto e agli studenti del Liceo Artistico e dell’Istituto “Niccolini” che hanno dato un contributo fondamentale per rendere caloroso e piacevole l’incontro".



Tag

Meloni: "Draghi al Colle? Not in my name"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica