Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA11°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 07 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
A Sanremo vince il rock dei Maneskin

Attualità mercoledì 19 ottobre 2016 ore 15:00

L'artista black che arriva da Detroit

Tiff Massey (foto dal profilo Facebook)

Tiff Massey, ospite nella città etrusca nell'ambito di un progetto della Volterra-Detroit-Foundation, ha imparato a lavorare l'alabastro



VOLTERRA — Un'artista di Detroit è in visita a Volterra, per condividere le proprie conoscenze insieme ai ragazzi del liceo artistico, e apprendere la lavorazione dell'alabastro. Il progetto, istituito e finanziato dalla Volterra-Detroit-Foundation, è in fase di realizzazione e si concluderà sabato 22 ottobre.

L’artista è Tiff Massey: nel corso di un intero mese, la giovane, che realizza sculture e gioielli, ha avuto modo di proporre le proprie realizzazioni e di imparare a lavorare anche con materiali per lei totalmente sconosciuti, e l’alabastro è uno di questi.

Massey realizza le sue creazioni principalmente in metallo, ma anche in plastica, legno e lana. E’ professore aggiunto di progettazione e lavorazione di metalli al Macomb Community College. Il suo lavoro è stato esposto in Sud Africa, Belgio e Paesi Bassi, ed è un’ artista-in-residence presso Detroit Red Bull Casa dell'Arte. Le sue opere nascono dalla riflessione sulle classi sociali, sulla razza e la cultura contemporanea.

La presenza a Volterra del liceo artistico, dotato di prestigiosi laboratori, è apparso da subito il luogo più idoneo in cui Tiff potesse sperimentare la sua tecnica, presentandola agli studenti, ma anche acquisire da loro e dai loro docenti, strumenti e strategie per ampliare il proprio bagaglio di esperienze.

E’ stato così che i coordinatori, Program Director, Giulia Munday ed il suo collaboratore Marco Bruchi, coadiuvati dal Club Unesco di Volterra, hanno introdotto Tiff nel liceo artistico e hanno determinato un incontro tra culture diverse, una sinergia che ha permesso una crescita per tutti coloro che sono stato coinvolti.

L’operazione è stata sostenuta e sponsorizzata dal Club Unesco di Volterra, che ne ha riconosciuto il valore in quanto fonte di scambio ed arricchimento culturale per i giovani e non solo, e ha apprezzato il principio della diversità culturale, che garantisce un processo continuo di miglioramento delle conoscenze e delle abilità.

L’appuntamento rivolto ai cittadini è per sabato 22 ottobre alle 17,30 nella sede della Volterra-Detroit Foundation in Piazza Marcello Inghirami, dove verranno presentati nel dettaglio il progetto e i risultati ottenuti.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

CORONAVIRUS

Cronaca

Attualità