comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:45 METEO:VOLTERRA14°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 27 novembre 2020
corriere tv
Napoli, davanti al San Paolo l'emozionante omaggio dei tifosi: cori e fumogeni per Maradona

Elezioni 2020 lunedì 31 agosto 2020 ore 18:18

"Malacarne parlava come esperto o come candidato?"

Bassini, capolista a Pisa di Toscana Civica alle prossime elezioni regionali: "Con Giani non vedremo mai i posti di terapia intensiva a Volterra"



VOLTERRA — La capolista per Pisa di Toscana Civica, Antonella Bassini, è intervenuta per replicare al primario di rianimazione di Cisanello Paolo Malacarne, il quale aveva detto che per avere dei posti di terapia intensiva in un'ospedale sono necessarie determinate condizioni, che Volterra non possiede.

Malacarne oltre alla sua professione in campo medico è anche candidato al consiglio regionale  con Toscana Sinistra Civica Ecologista, che sostiene la candidatura a presidente di Eugenio Giani.

"Non ci sorprende - ha detto Bassini -l'uscita del primario di Rianimazione Malacarne, contrario alla Terapia Intensiva a Volterra. Anche se non è chiaro se il dottor Malacarne abbia parlato nella veste di esperto, o in quella di politico candidato per la Sinistra in appoggio a Giani. Non ci stupisce una difesa a spada tratta del "modello" sanitario realizzato in anni da Enrico Rossi, un modello che ha visto progredire alcuni primari, e molte persone vicine al sistema-Partito. Adesso abbiamo almeno chiaro che, se dovesse vincere Eugenio Giani, Volterra non vedrà mai la Terapia Intensiva, né la sub-intensiva né altri modelli già presenti in ospedali delle stesse dimensioni. Purtroppo è la logica dell'accentramento, politica portata avanti senza ritegno negli ultimi 20 anni dal Pds-Pd". 

"Sarebbe da capire come mai altri professionisti invece insistono per chiedere la terapia intensiva - ha aggiunto Bassini - Forse qualcuno non la vuole perché poi, vista la spesa, le sale operatorie di Volterra dovrebbero essere messe in condizione di lavorare, e l'Ospedale sarebbe messo in sicurezza una volte per tutte. Forse a qualcuno torna comodo un Ospedale debole, sul quale non far pervenire né investimenti né personale. Con un'idea bucolica della Valdicecina, quale terra che può al massimo accontentarsi di qualche elicottero o ambulanza attrezzata, ma senza una viabilità degna di tale nome"

"Noi crediamo invece nel civismo diffuso in Toscana - ha concluso Bassini - che solitamente è sinonimo di buon governo: crediamo nella forza e nel valore delle piccole e medie Valli, e nel valore aggiunto degli ospedali periferici. L'esperienza Covid veramente non ha insegnato nulla a chi ha l'arroganza dovuta a una posizione di forza grazie alla politica. Sentiamo però molta voglia di cambiamento. Personalmente mi batterò per applicare il progetto di Auxilium Vitae, pensato da medici meno "coinvolti" di Malacarne, e sostenuto dalla Fondazione CRV, per portare anche a Volterra pari dignità per la salute dei suoi abitanti.Noi cittadini della Valdicecina non ci rassegneremo a essere cittadini di serie Z, come da protocollo ASL".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità