Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°33°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Attualità venerdì 22 aprile 2016 ore 06:30

Marchio Dop, il Comune contro Obama e Barroso

Obama e Barroso

​Il sindaco Buselli: "Accordi internazionali come il Ttip possono rappresentare uno tsunami in grado di travolgere anni e anni di lavoro"



VOLTERRA — Un ordine del giorno con cui la maggioranza ha espresso "totale dissenso nei confronti del Partenariato Trans-Atlantico su commercio e investimenti (Ttip), in corso di negoziazione tra Stati Uniti e Unione Europea". 

L'odg approvato dal consiglio comunale di Volterra è contro gli accordi del giugno 2013 con cui il presidente degli Stati Uniti Obama e il presidente della Commissione Europea Barroso hanno lanciato ufficialmente i negoziati su un Partenariato Trans-Atlantico su commercio e investimenti (Ttip). 

A rischio ci sarebbero le Dop italiane: "Dobbiamo proteggere le nostre eccellenze – ha detto Buselli - . Abbiamo ottenuto da poco come territorio, grazie alla determinazione ventennale di pochi imprenditori, il marchio dop per il nostro pecorino, che sta ottenendo riconoscimenti molto importanti in Italia e all'estero. Stiamo lavorando per tutelare le nostre produzioni locali, cercando di incentivare i produttori locali a crederci davvero. Accordi internazionali come questo possono rappresentare invece uno tsunami, in grado di travolgere anni e anni di lavoro in questa direzione. E' chiaro che qua si parla di massimi sistemi, ma anche noi siamo preoccupati e vediamo sempre più strategica e indispensabile la capacità di puntare sulle produzioni agroalimentari locali. In questo senso vorremmo vedere più prodotti volterrani in città, mentre spesso e volentieri le attività di prodotti "tipici" hanno poco o niente di "tipico". E' una cultura che dobbiamo coltivare, credendoci davvero, nei prodotti volterrani e del territorio».

L’ordine del giorno ha impegnato sindaco e giunta "a intraprendere tutte le azioni di pressione di propria competenza volte a promuovere il ritiro da parte del governo italiano, nell’ambito del Consiglio Europeo, dal Ttip e, in subordine, alla sua non approvazione da parte del Parlamento Europeo; a promuovere, presso i cittadini del nostro territorio e presso tutti gli altri enti locali, azioni di sensibilizzazione e mobilitazione contro il Ttip, in quanto in questo trattato viene leso, tra gli altri, il principio costituzionale della sovranità delle autonomie locali; ad inviare la presente deliberazione all’Anci, al Consiglio Regionale, al Consiglio dei Ministri, al Parlamento Italiano ed Europeo e alla Commissione Europea".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La maggior parte dei contagi si è verificata tra i giovani, 28 tra bambini e adolescenti. I dati sanitari aggiornati alle ultime 24 ore
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca

Cronaca