Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:VOLTERRA18°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 27 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, a Milano folla sui Navigli nell'ultimo weekend in fascia gialla

Attualità venerdì 22 aprile 2016 ore 06:30

Marchio Dop, il Comune contro Obama e Barroso

Obama e Barroso

​Il sindaco Buselli: "Accordi internazionali come il Ttip possono rappresentare uno tsunami in grado di travolgere anni e anni di lavoro"



VOLTERRA — Un ordine del giorno con cui la maggioranza ha espresso "totale dissenso nei confronti del Partenariato Trans-Atlantico su commercio e investimenti (Ttip), in corso di negoziazione tra Stati Uniti e Unione Europea". 

L'odg approvato dal consiglio comunale di Volterra è contro gli accordi del giugno 2013 con cui il presidente degli Stati Uniti Obama e il presidente della Commissione Europea Barroso hanno lanciato ufficialmente i negoziati su un Partenariato Trans-Atlantico su commercio e investimenti (Ttip). 

A rischio ci sarebbero le Dop italiane: "Dobbiamo proteggere le nostre eccellenze – ha detto Buselli - . Abbiamo ottenuto da poco come territorio, grazie alla determinazione ventennale di pochi imprenditori, il marchio dop per il nostro pecorino, che sta ottenendo riconoscimenti molto importanti in Italia e all'estero. Stiamo lavorando per tutelare le nostre produzioni locali, cercando di incentivare i produttori locali a crederci davvero. Accordi internazionali come questo possono rappresentare invece uno tsunami, in grado di travolgere anni e anni di lavoro in questa direzione. E' chiaro che qua si parla di massimi sistemi, ma anche noi siamo preoccupati e vediamo sempre più strategica e indispensabile la capacità di puntare sulle produzioni agroalimentari locali. In questo senso vorremmo vedere più prodotti volterrani in città, mentre spesso e volentieri le attività di prodotti "tipici" hanno poco o niente di "tipico". E' una cultura che dobbiamo coltivare, credendoci davvero, nei prodotti volterrani e del territorio».

L’ordine del giorno ha impegnato sindaco e giunta "a intraprendere tutte le azioni di pressione di propria competenza volte a promuovere il ritiro da parte del governo italiano, nell’ambito del Consiglio Europeo, dal Ttip e, in subordine, alla sua non approvazione da parte del Parlamento Europeo; a promuovere, presso i cittadini del nostro territorio e presso tutti gli altri enti locali, azioni di sensibilizzazione e mobilitazione contro il Ttip, in quanto in questo trattato viene leso, tra gli altri, il principio costituzionale della sovranità delle autonomie locali; ad inviare la presente deliberazione all’Anci, al Consiglio Regionale, al Consiglio dei Ministri, al Parlamento Italiano ed Europeo e alla Commissione Europea".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Sport

Cronaca