QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 10° 
Domani 5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 11 dicembre 2019

Attualità venerdì 29 novembre 2019 ore 06:30

"Non ci stupisce che Santi lodi l'Asl"

Critiche dalla lista civica Per Volterra dopo la sottoscrizione del patto tra azienda sanitaria, Comune e Società della Salute



VOLTERRA — Questo l'intervento, critico in molti punti, fatto dalla lista civica Per Volterra: "È notizia attuale quella della sottoscrizione di un patto tra ASL Toscana Nord Ovest, Comune di Volterra e Società della Salute Valdera Alta Val di Cecina in materia sanitaria. Una notizia che il sindaco Santi e l'AUSL sbandierano come avvenuta grazie alla disponibilità di ASL che, a dire del Sindaco non solo ha assunto l’impegno a riprendere il percorso tracciato nel protocollo del 2017, aggiornandolo ai nuovi bisogni, ma gli ha dato concretezza con l’attuazione di alcune azioni attese da tempo a Volterra e in tutta l’Alta Val di Cecina".

"Non ci stupisce che Santi lodi l'azienda USL - hanno aggiunto da Per Volterra - visto che ha sempre manifestato a vantaggio di questa, anche quando era all'opposizione, ma quello che vogliamo chiedere al Sindaco è se ritiene che queste siano le azioni che i cittadini richiedono. Non sono bastati il consiglio comunale aperto e l'incontro di lunedì sera sulla Società della Salute per far capire che non basta enunciare che a metà dicembre saranno attivati l’auto medica h24 o il servizio di telemedicina e teleconsulto pediatrico, per dire di aver ottenuto dei risultati e soprattutto di aver ascoltato le richieste dei cittadini". 

"Quello che viene riportato nell'annuncio di felicitazioni del Sindaco è il progetto che da tempo l'azienda ciclicamente propone: riorganizzare l'Ospedale sviluppando l’attività chirurgica di day surgery e la chirurgia ambulatoriale. Una notizia che potrebbe sembrare positiva se dietro non nascondesse la precisa volontà di far diventare l'ospedale di Volterra come un luogo di cure diurne. E allora ci chiediamo se Santi sa che all'Ospedale di Volterra mancano gli specialisti, che la notte c'è solo un Oss in servizio, che, al contrario di quanto ha dichiarato lui affermando che "in questi sei mesi non è cambiato nulla in negativo" da come glielo hanno lasciato, da maggio ad oggi abbiamo avuto carenze in ortopedia, oculistica, chirurgia, ginecologia, che le richieste di pediatria non sono state attuate nonostante un accordo sottoscritto, e molto altro".

"Ci chiediamo - hanno incalzato ancora dall'opposizione - se non lo abbia capito o se non lo voglia sentire, considerato proprio che nonostante i 23 punti che gli abbiamo sottoposto a seguito del consiglio aperto del 10 settembre non si è preoccupato di confrontarsi con noi per analizzarli o portarli avanti, pur avendo chiaro il fatto che provengono da richieste dei cittadini. La scorsa sera Santi ha detto che non serve battere i pugni sul tavolo e che il dialogo serve molto di più. Certo questo può essere vero, a patto che colui che è eletto per rappresentare gli interessi di un territorio almeno ascolti le esigenze che provengono da questo, senza privilegiare quelli di un'azienda che in questi anni ha dimostrato di voler ottimizzare nella logica dei numeri piuttosto che di agire nell'interesse delle esigenze del territorio. Dispiace che il primo a elogiare questo comportamento sia proprio il primo cittadino di un territorio che dovrebbe invece tutelare".



Tag

Natale nel mondo: le città si preparano a celebrare la festa

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità