QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20° 
Domani 22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 24 marzo 2019

Attualità lunedì 04 marzo 2019 ore 17:27

Ospedale e Auxilium Vitae insieme

Buselli auspica un "modello organizzativo nuovo. Il Comune riparte dalle dodici questioni proposte in assemblea pubblica"



VOLTERRA — "Un modello organizzativo nuovo, da costruire insieme fra Ospedale ed Auxilium Vitae". Ad auspicarlo è il sindaco di Volterra Marco Buselli "nell'augurare buon lavoro al nuovo Direttore Generale dell'Azienda USL Toscana Nord - Ovest Letizia Casani"

Il primo cittadino di Volterra ha spiegato che "il Comune riparte dalle dodici questioni proposte in assemblea pubblica e durante le iniziative di partecipazione, aggiornate poi attraverso i contributi pervenuti dal gruppo mamme, da operatori sanitari e da cittadini, confermando che le stesse verranno presentate ufficialmente, come già anticipato telefonicamente alla dottoressa Casani, al nuovo Direttore Generale dell'Asl, che, nella sua figura, ha sostituito la dottoressa De Lauretis". 

"L'elaborazione e la partecipazione hanno arricchito il testo, soprattutto in ambito pediatrico, ma hanno anche portato ad approfondire un punto che riteniamo strategico, ma su cui finora c'erano state perplessità operative, che però adesso potrebbero essere superate. L'alta intensità di cura, adesso rappresentata dall'Utic, potrebbe essere integrata ed affiancata ad un modello organizzativo nuovo, da costruire insieme fra Ospedale ed Auxilium Vitae, che già collaborano a livello operativo e logistico. Il tema è cercare di fare in modo che l'alta complessità in respiratoria, che già di fatto è una terapia intensiva, possa rappresentare il primo nucleo di 2/3 posti letto di rianimazione/terapia intensiva a Volterra". 

"Su questo punto – prosegue il sindaco Buselli - sembra che precedenti resistenze per la collaborazione Ospedale – Auxilium siano state superate, rendendone quindi più facile la realizzazione concreta. La nostra è una proposta operativa già ipotizzata in passato; ora sarebbe da verificare con cura e da costruire assieme nel caso venga ritenuta valida, ma siamo fin da ora sicuri che rappresenterebbe un approccio integrato al paziente complesso, in grado di mettere insieme ciò che di meglio l'Ospedale da una parte, ed Auxilium Vitae dall'altra, già fanno in modo eccellente. Proprio grazie alla presenza di Auxilium Vitae, l'Ospedale di Volterra può godere di competenze e professionalità specifiche, e viceversa, la cui integrazione, che già esiste, può essere finalmente anche concretizzata in un contesto operativo nuovo che si configuri in una piccola rianimazione/terapia intensiva, senza grossi stravolgimenti e generando valore aggiunto al presidio ospedaliero volterrano".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca