Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:VOLTERRA16°29°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 03 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vanessa Ferrari: «Puntavo all'oro, ma è arrivato un bellissimo argento. Più di così non potevo fare»

Politica giovedì 08 aprile 2021 ore 12:17

"Saline merita più attenzione"

A dirlo è Antonella Bassini, della Lista civica Uniti per Volterra, prendendo spunto dalla polemica sulla promozione della "Città del Sale"



VOLTERRA — "Abbiamo apprezzato il lavoro del Comune per promuovere Volterra come Città del Sale.Un modo per ufficializzare il legame tra la città e il sale, estratto dalle profondità dalla notte dei tempi. Se da un lato l'intento è positivo, dall'altro però noi vorremmo con forza porre l'attenzione a chi, di attenzioni, ne ha avute sempre poche o pochissime, ovvero il paese di Saline". A scrivere queste parole è Antonella Bassini, della lista civica Uniti per Volterra.

"Certo - prosegue -: storicamente e culturalmente, Saline è Volterra, e Volterra è anche Saline, pertanto è corretta la dicitura "Sale di Volterra", come nella storia ci si riferisce sempre alle Saline di Volterra, industrie attorno alle quali è nato il paese moderno. Però è comprensibile anche un sentimento di smarrimento da parte dei salinesi, i quali non sono mai stati al centro dell'attenzione né di Volterra né della Val di Cecina, e i quali si sono sempre caricati sulle spalle le fatiche, i problemi delle industrie, con niente in cambio. Vorremmo, come Lista Civica, ottenere un risalto maggiore per il paese di Saline, poiché è qui che il Sale ha fatto storia, creando l'industria prima, l'intera frazione poi". 

"Una frazione che potrebbe veramente fare tanto di più - osserva Bassini -, ma che sistematicamente finisce sempre ai margini della politica volterrana. Pertanto sono a chiedere di ripristinare una cartellonistica di Paese del Sale per Saline, non in contrasto con Volterra, ma a maggior integrazione e resa di merito per una città che, tra tante ricchezze, possiede pure Saline. Solo in un'ottica di territorio infatti potrà prosperare l'intera zona. E noi, come da programma elettorale, non ci stanchiamo di chiedere la nascita di un vero Museo del Sale, che dovrà nascere proprio a Saline".

"Oggi il turismo che conosciamo è mordi e fuggi - conclude l'esponente di Upv -, e non c'è verso di trattenerlo più giorni, a meno che si riesca a costruire una vera e nuova promozione di territorio. In quest'ottica, insieme anche al nuovo ambito Valdelsa-Valdicecina, potrà trovare collocazione anche Saline e il suo Museo. Senza dimenticare i problemi aziendali, legati anche alle estrazioni, che non sono certamente finiti, sul nostro territorio".

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Intervento di miglioramento nella zona a favore di residenti e turisti. La soddisfazione del sindaco Santi per quanto fatto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Sport

Attualità

Attualità