Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:30 METEO:VOLTERRA13°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
giovedì 02 febbraio 2023
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, picchiano vigilante al McDonald's e si filmano: arrestati quattro trapper

Politica mercoledì 24 agosto 2022 ore 19:35

"Sanità, pronti a scendere in piazza"

L'ospedale Santa Maria Maddalena di Volterra

I gruppi di opposizione chiedono di intervenire sulle carenze dell'ospedale volterrano: "Senza risposte, invitiamo i cittadini a manifestare"



VOLTERRA — Le liste civiche di opposizione Per Volterra e Uniti per Volterra rilanciano il tema della sanità cittadina e dell'ospedale Santa Maria Maddalena. Evidenziando, soprattutto, le difficoltà che stanno attraversando.

"Siamo molto preoccupati per la situazione stagnante nella quale si trova il nostro ospedale - hanno scritto - il grande afflusso turistico estivo, unito al titolo di Città toscana della cultura non è bastato per incrementare la dotazione dell'ospedale e del pronto soccorso, ma abbiamo addirittura assistito a una riduzione dei servizi".

"Dopo la perdita di cardiologia e del cardiologo con reperibilità, adesso stiamo assistendo allo smantellamento della pediatria, in attesa di alcuni ambulatori che non saranno lontanamente risolutivi rispetto alle esigenze dei giovani e dei bimbi dell'Alta Valdicecina - hanno aggiunto - nel frattempo, alcune voci vogliono che altri reparti potrebbero prendere la strada per Pontedera. Non ci soddisfano le parole che abbiamo sentito al Consiglio comunale aperto, né dal presidente Giani, né dall'assessore Bezzini. Ancora meno ci convince il silenzio del sindaco Santi, incurante delle difficoltà nelle quali si trovano le famiglie con bambini".

"Se qualcuno pensa che la cittadinanza di Volterra e della Valdicecina possa subire passivamente quello che è un vero e proprio attentato al futuro del nostro territorio, si sbaglia - hanno avvertito - lo diciamo chiaramente alla direttrice Casani: attenderemo l'inizio dell'anno scolastico. Dopodiché, se la situazione rimarrà quella attuale, siamo pronti a scendere in piazza per manifestare contro un sistema sanitario che non riconosce dignità ai territori montani e periferici, e che toglie dignità e sicurezza ad un territorio vasto ma abbandonato a se stesso dalla politica".

"Siamo pronti a chiedere ai cittadini di manifestare per il diritto alla salute garantito dalla Costituzione, ma che qualcuno vorrebbe negare in Alta Valdicecina", hanno concluso.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Motivi personali e di vita alla base della scelta della vice di Santi: "Continuerò come consigliera comunale per dare il mio contributo in altro modo"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Edit Permay

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Politica

Attualità