Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:05 METEO:VOLTERRA16°29°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
martedì 03 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Vanessa Ferrari: «Puntavo all'oro, ma è arrivato un bellissimo argento. Più di così non potevo fare»

Attualità mercoledì 16 ottobre 2019 ore 17:09

Sì alla "fruizione lenta" della Valdicecina

La Regione Toscana ha deciso di finanziare l'elaborazione di un progetto turistico che vedrà coinvolti dieci comuni, dal Colle Etrusco fino al mare



VOLTERRA — Con un finanziamento regionale da 70mila euro il Comune di Volterra, capofila di un gruppo composto da dieci Comuni della Val di Cecina e dall'Unione Montana Alta Val di Cecina, potrà realizzare entro la fine del 2019 uno studio di fattibilità per il progetto di paesaggio "Fruizione lenta della Val di Cecina". Il progetto è finalizzato a promuovere lo sviluppo di un turismo escursionistico, valorizzare le produzioni locali, recuperare aree (anche industriali) lungo la Val di Cecina, valorizzare la ferrovia e le stazioni e, parallelamente ad esse, anche la mobilità ciclabile.

Il protocollo che stabilisce modalità, obiettivi e tempi dell'accordo è stato sottoscritto questa mattina a Palazzo Strozzi Sacrati - sede della presidenza della Regione Toscana - a Firenze, alla presenza dell'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli.

"La Regione crede nella possibilità di valorizzare le specificità del nostro territorio attraverso dei progetti mirati, che sappiano valorizzare quanto di particolare c'è nelle varie aree - ha spiegato Ceccarelli. Per questo è nata l'idea dei progetti di paesaggio, strumenti urbanistici innovativi previsti dal PIT con valenza di Piano Paesaggistico Regionale. La Val di Cecina offre panorami di incredibile bellezza, una ferrovia celebrata anche da importanti autori del novecento, come Cassola, l'accesso al mare, molte importanti produzioni tipiche, sia artigianali che gastronomiche. Credo che ci siano tutti i presupposti per un progetto di valorizzazione che sappia trasformare questi elementi in strumenti di sviluppo".

Lo studio di fattibilità avrà come principale scopo quello di valutare l'inquadramento territoriale e socio economico del progetto, chi ne trarrà beneficio, le possibili alternative, la fattibilità economica e finanziaria dell'opera. Il contributo sarà erogato in due momenti diversi: l'80 per cento sarà anticipato, mentre il rimanente 20 per cento sarà liquidato a saldo. Le attività dovranno essere rendicontate entro il 31 dicembre 2019. 

"Questo accordo - ha aggiunto il sindaco di Volterra Giacomo Santi - mette insieme dieci Comuni dell'alta e della bassa Val di Cecina e l'Unione Montana. Potrà aprire la strada ad un nuovo modo di vivere e fruire il territorio, in modo più lento e più autentico".

"I 70mila euro finanziati dalla Regione per uno studio di fattibilità per la fruizione lenta della Val di Cecina sono un'ottima notizia - questo, invece, il commento della consigliera regionale Alessandra Nardini (Pd) -, che conferma l'attenzione della Regione per questo territorio e per la promozione di un turismo e di uno sviluppo sostenibili. Si tratta di un'iniziativa che può contribuire efficacemente al rilancio e alla valorizzazione di un'area importante e bellissima della nostra Provincia".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Intervento di miglioramento nella zona a favore di residenti e turisti. La soddisfazione del sindaco Santi per quanto fatto
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Davide Cappannari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Sport

Attualità

Attualità