comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:53 METEO:VOLTERRA12°20°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 26 ottobre 2020
corriere tv
Conte firma il nuovo dpcm: bar e locali chiusi dalle 18

Attualità martedì 22 settembre 2020 ore 13:34

"Si faccia subito la terapia intensiva"

Passate le elezioni ritorna sul solito tema l'associazione Sos Volterra: "E' una promessa di chi ha vinto la tornata elettorale"



VOLTERRA — "Ora si faccia subito la terapia intensiva. Chi ha vinto le elezioni regionali ha promesso, seppure ci fosse nella sua coalizione chi ha detto esattamente il contrario, di realizzare due posti di terapia intensiva. Premesso che col nuovo decreto, al nostro territorio ne spetterebbero tre, ragioniamo sulla necessità di utilizzare, oltre a questi tre, anche l'unico posto di terapia intensiva che finora di fatto solo formalmente abbiamo. Questo nucleo dedicato all'alta complessità clinica e assistenziale, assieme ai tre posti già esistenti di subintensiva, può davvero essere la base più che solida per una terapia intensiva a Volterra, assieme a tutte quelle raccomandazioni che sapientemente il professore Francesco Giunta ha illustrato nel suo bellissimo intervento al Persio Flacco, in cui ha letteralmente "asfaltato" il collega Malacarne". 

Sos si è poi concentrata proprio sul dottor Malacarne: "A lui, cui non abbiamo ancora risposto, chiediamo ufficialmente solo una cosa. Lo sa cosa significa fare una staffetta fra ambulanze da Pasquino sotto la pioggia o arrivare in edema polmonare acuto al Pronto Soccorso di Volterra dopoun'ora e sei minuti di curve dal Sasso, oppure morire alla Bacchettona,come è successo, mentre si è aspettato che l'ambulanza arrivasse da Peccioli? Oppure rendersi conto che l'elicottero, per condizioni ambientali avverse, non può arrivare o non può decollare? Ma lo sa il prof Malacarne, che nel nostro ospedale non abbiamo ancora la guardia attiva anestesiologica in presenza, da sempre richiesta, e quindi non abbiamo l'anestesista già in ospedale ma reperibile, mentre a Pontedera ci sono due anestesisti sempre presenti, più il terzo, che arriva all'occorrenza? Che smetta quindi coi proclami e concretamente si metta subito la guardia attiva anestesiologica in presenza, attivando immediatamente dopo, la realizzazione di una terapia intensiva. Partendo da ciò che già abbiamo di strutturato, in Auxilium e nell'Ospedale".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Cronaca

Cronaca