Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:15 METEO:VOLTERRA8°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 22 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Mustafa è in Italia, il bambino simbolo della guerra in Siria arrivato a Roma

Attualità sabato 04 dicembre 2021 ore 11:24

"Il sindaco sia portavoce dell'ospedale"

L'ospedale Santa Maria Maddalena di Volterra

La mozione presentata dalla lista civica Per Volterra, votata all'unanimità, impegna Santi a richiamare l'attenzione della Regione sul Santa Maddalena



VOLTERRA — La lista civica Per Volterra applaude all'adozione all'unanimità da parte del Consiglio comunale della propria mozione, relativa a ospedale e sanità, affidando al sindaco Giacomo Santi il ruolo di farsi referente con la Regione a tutela dell'ospedale Santa Maddalena.

"C’è stata la convergenza complessiva di tutti i gruppi e, grazie al confronto e al dialogo, è stato approvato all’unanimità un documento unico. Ci fa piacere che, a fronte di posizioni anche diverse e discordanti nei concetti e nei modi, ci sia la volontà di portare avanti un progetto di richiesta unitario e forte nei confronti della Regione e, suo tramite, del Governo nazionale - hanno spiegato i rappresentanti della lista - questo è ancora più importante perché si tratta di un tema importante per Volterra e la Valdicecina, sia dal punto di vista sanitario che occupazionale".

"Su questo argomento si leggono sempre più spesso posizioni personali e politiche che tendono a differenziare e anche a dividere, accusando, gettando la colpa su altri e allo stesso tempo, prendendosi meriti. In Consiglio, invece, è emersa una volontà compatta di azione e, forse per la prima volta su questo argomento siamo riusciti a creare le condizioni per un lavoro collettivo - hanno proseguito - è stato deliberato di impegnare il sindaco a farsi portavoce presso la Regione Toscana affinché il Santa Maddalena sia un ospedale a tutti gli effetti, con il livello di complessità di cure, le funzioni e i servizi che lo rendono un vero presidio ospedaliero".

"La richiesta alla Regione è chiara: definire una programmazione sanitaria regionale specifica. Questo deve portare la Regione a chiedere la modifica del decreto Balduzzi e dei parametri contenuti per la classificazione delle strutture ospedaliere, così da ottenere che il Sistema sanitario sia adeguato alle esigenze del territorio della Valdicecina, che ne siano mantenuti e accresciuti i servizi, nell’ottica di una proposta di offerta sanitaria rispettosa del dettato costituzionale - hanno spiegato - è altresì fondamentale la richiesta di avviare la realizzazione di un polo sanitario unico, a servizio del territorio e del quale dovranno essere considerate interattive entità diverse come Auxilium Vitae, Rems, Inail, Santa Chiara, carcere e sanità territoriale".

"Fa piacere che finalmente tutto il Consiglio abbia manifestato l’intenzione di portare avanti una linea comune, soprattutto nell’intento di dialogare e di chiedere alla Regione di prendere coscienza effettiva e tutelare il presidio volterrano - hanno concluso - adesso il Comune si fa carico di portare alla Regione e quindi al Governo le richieste del territorio. Speriamo che questa votazione sia solo l’inizio di una fruttuosa attività a tutela e sostegno dell’ospedale e, in generale, della sanità della Valdicecina".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il dettaglio dei contagi registrati nelle ultime 24 ore Comune per Comune. A Volterra si registra il tasso di incidenza più basso della zona
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità