comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 15:44 METEO:VOLTERRA15°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
mercoledì 28 ottobre 2020
corriere tv
Coronavirus, l'allarme di Walter Ricciardi: «Il nuovo Dpcm non è sufficiente, servono lockdown locali»

Attualità sabato 06 maggio 2017 ore 16:30

"Sr68, serve un tavolo tra Regione e Province"

La Sr68

L'assessore ai lavori pubblici Paolo Moschi interviene sulla questione della sicurezza della strada fra Volterra e la Valdelsa dopo diversi incidenti



VOLTERRA — Un tavolo di confronto fra Regione e province in merito alla sicurezza sulla Sr68. Lo chiede l'assessore ai lavori pubblici di Volterra Paolo Moschi che sostiene "sia opportuno rompere il silenzio e iniziare una seria riflessione sulla sicurezza della strada che collega Volterra con la Valdelsa, e in particolare il tratto nei pressi di Castel San Gimignano".

L'intervento di Moschi arriva alcuni giorni dopo l'ennesimo incidente stradale avvenuto lungo l'arteria regionale. "Il primo di maggio, dopo un ennesimo scontro tra un autobus turistico e una vettura, una bimba di 4 anni è sbalzata in avanti riportando gravissimi traumi: trasportata al Meyer è adesso in coma - ha ricordato l’assessore -. Nel tratto a confine tra 3 comuni (Volterra, San Gimignano e Colle Val d’Elsa), gli incidenti non sono rari, e anche l'anno scorso abbiamo pianto un morto. Essendo di confine tra due province, pare la terra di nessuno. E' l'ora della responsabilità e delle azioni per migliorare questo tratto tremendo della Sr68. La spesa non è inaccessibile - sostiene Moschi -: insieme al vicesindaco di Colle Val d’Elsa, Lodovico Andreucci, abbiamo scritto al Prefetto di Siena per segnalare la pericolosità di questa tratta. Serve costituire un tavolo con la Regione e le Province per affrontare, in maniera organica, una questione di sicurezza non più rimandabile".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità