comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:59 METEO:VOLTERRA11°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 30 novembre 2020
corriere tv
La lezione di Burioni sull'immunità di gregge: «Vaccinarsi è un gesto di responsabilità civile, la libertà è un'altra cosa»

Attualità lunedì 18 aprile 2016 ore 10:10

Studenti parlamentari per un giorno

I giovani del Carducci

Gli alunni del Carducci sono stati protagonisti del parlamento europeo dei giovani. Ecco il loro racconto dopo l'esperienza dell'assemblea generale



VOLTERRA — Anche quest’anno gli studenti dell’ Iis G. Carducci di Volterra si sono distinti nella selezione nazionale del Parlamento europeo dei giovani, che si è tenuta a Lignano Sabbiadoro dal 1 al 5 Aprile. Dopo aver superato con successo la fase di preselezione, gli studenti protagonisti di questa esperienza, accompagnati dal docente coordinatore dell’iniziativa Emiliano Raspi, hanno partecipato alla selezione nazionale, conseguendo un’ ottima valutazione.

Il loro lavoro di ricerca è stato definito “Molto esteso e approfondito” su tutti i principali problemi inerenti al tema, supportato da una rigorosa e ricca analisi “delle fonti normative in materia” e “dei loro contenuti chiave”. E’ stata sottolineata inoltre la “visione di respiro europeo“.

I protagonisti di questo evento sono tornati carichi di entusiasmo che scaturisce dalla ricchezza dell’esperienza vissuta, resa ancor più significativa dalla conoscenza di studenti provenienti da varie città italiane e dalla condivisione con loro di momenti ricreativi. Tale entusiasmo emerge dalle loro stesse parole che sintetizzano gli stati d’animo e la passione che li ha accompagnati.

“Al nostro arrivo al Getur Village, dove abbiamo alloggiato per tutto il periodo, come da copione veniamo subito divisi in commissioni. Lo sapevamo fin dalla partenza che il gruppo volteranno sarebbe stato diviso - spiegano i ragazzi - infatti ognuno di noi è stato inserito in una commissione con altri undici studenti provenienti da tutta l’Italia".

Ad ogni commissione un argomento da trattare, correlato a problematiche di stretta attualità e in discussione all’interno degli Stati comunitari: "Il primo giorno cominciamo con l’attività di team building, giochi di squadra per rompere il ghiaccio con i nostri nuovi compagni di gruppo - raccontano ancor ai ragazzi - mentre la sera Italian Village: ogni scuola ha allestito un banchetto con i prodotti tipici portati da casa e offerti alle altre delegazioni".

"Noi naturalmente abbiamo fatto la nostra figura e per questo ringraziamo tutti coloro che hanno generosamente contribuito. Passata la festa, cominciano i giorni incessanti di lavoro: ogni commissione ha discusso, esaminato, interpretato e vagliato l’argomento presentatogli, esposto le problematiche relative, presentato una propria risoluzione, tutto rigorosamente in inglese".

Le intense giornate si sono concluse con la prova decisiva, l’assemblea generale: "Ci siamo comportati proprio come fanno i parlamentari europei, quelli veri - raccontano gli studenti - abbiamo discusso e votato le risoluzioni di tutti gli argomenti, insomma ci siamo comportati, ma soprattutto sentiti, per qualche giorno parlamentari a tutti gli effetti".

"Un’esperienza indimenticabile - concludono i giovani - dove la lingua inglese è stata la protagonista insieme alle nostre paure di parlare in pubblico, di esporre correttamente, di legare con persone mai viste prima e di confrontarsi”.

All'iniziativa hanno partecipato Matteo Carrai, Duccio Cheli, Cosimo Gentili (IV A liceo scientifico) Alice Dell’Aiuto, Giulia Giaganini, Martins Tiago Ghilli (IV B liceo scientifico) e Mara Santi (IV liceo delle scienze umane).



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS

Cronaca