QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 17°19° 
Domani 17°28° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 22 settembre 2018

Cronaca venerdì 24 giugno 2016 ore 12:28

Uomo morso da una vipera

E' accaduto nelle campagne di Volterra. L'uomo si è recato in ospedale solo dopo alcuni giorni e gli è stato riscontrato il morso



VOLTERRA — L'uomo, di 83 anni, si è recato all’ospedale Santa Maria Maddalena di Volterra accusando un malessere generico persistente da giorni. Con il passare delle ore i sanitari hanno notato una lesione necrotica sul dorso di una mano ipotizzandola compatibile con un morso di vipera. Questa possibilità è stata considerata sebbene il paziente non si fosse reso conto del contatto con il rettile. 

Dopo aver contattato il centro anitiveleni del Niguarda di Milano per una consulenza tossicologica specialistica, che ha confermato la diagnosi, è stato trattato con la somministrazione del siero e cortisonici ad alte dosi, per poi essere trasferito con il Pegaso al reparto di rianimazione dell’ospedale Versilia, presso il quale c’era disponibilità ad accoglierlo, secondo un sistema integrato di utilizzo dei posti letto intensivi.

Era stata presa in considerazione anche una diagnosi differenziale, vista la peculiare presenza nel territorio dell’Alta Val di Cecina di un ragno particolarmente velenoso della famiglia delle vedove nere, il Latrodectus tredecimguttatus, comunemente noto come “malmignatta” o, appunto, “ragno volterrano” o “falange volterrana”.

Ricostruendo la vicenda si ipotizza che l’anziano, senza accorgersene, sia stato morso da una vipera, nella giornata di domenica quando l’ottantatreenne volterrano si è recato nel proprio orto per lavori agricoli. Evidentemente l’uomo ha scambiato il dolore causato dalla vipera con una ferita da rovi.

La dottoressa Sibilia, che ha curato l’anziano insieme ad altri colleghi dell’ospedale di Volterra, riconoscendo che il morso di vipera è un evento raro, ha richiamato alla massima attenzione: “Bisogna soprattutto evitare di avventurarsi in zone pietrose esposte a sole e con sterpaglia alta. Fare rumore con dei bastoni serve a spaventare il rettile. E’ animale schivo e il rumore lo allontana. E’ necessario non spostare sassi, ed indossare calzature adatte che limitano di molto le conseguenze di un morso (scarpe da trekking e calzettoni). Se si avvista una vipera bisogna mantenere la calma e non fare assolutamente niente: sarà lei ad andarsene”.



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica