QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 15°23° 
Domani 18°31° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 17 giugno 2019

Sport giovedì 08 maggio 2014 ore 22:47

Calciatore del Pomarance squalificato fino al 2017

Il giudice sportivo condanna Elia Scali a stare lontano dal campo fino a novembre 2017 e la società ad una multa di 350 euro per gli episodi dell'ultima gara dei play off



POMARANCE — Squalificato fino all'8 novembre 2017 Elia Scali, giocatore del Pomarance che milita in seconda categoria. La notizia di tre anni e mezzo di squalifica per una partita dei dilettanti di calcio, in breve fa il giro del web dopo l'emissione del bollettino ufficiale che condanna anche la società ad una multa di 350 euro.
Gli episodi, su cui si è espresso il giudice sportivo di Firenze, fanno riferimento alla partita disputata domenica scorsa a Monterotondo, valida per i play off, tra il Pomarance e l'Alta Maremma.
"Il Giudice Sportivo Territoriale per la Toscana Cleto Zanetti, assistito dal Rappresentante A.I.A.Giovanni Martini e dai Sostituti Giudici Andrea Tonerini, Lorenzo Rocchi, Jacopo Piccioli e Federico Carpanesi nella seduta del 7 maggio" ha adottato le decisioni che di seguito riportiamo.
Squalifica fino all'8/11/2017 per il calciatore Elia Scali espulso dal campo "per aver offeso il D.G. in seguito alla segnatura di una rete da parte della squadra avversaria, alla notifica colpiva violentemente più volte l'Arbitro col palmo della mano sul petto e altre due volte alla gola, facendolo indietreggiare di alcuni passi, provocando dolore ed arrossamento cutaneo nelle parti colpite. Accompagnava tali gesti violenti con frasi offensive e minacciose. Bloccato dai propri compagni ed allontanato a fatica, riusciva a liberarsi e colpiva nuovamente, per due volte, il D.G. con pugni alla schiena, provocandogli dolore e lievi difficoltà respiratorie. Persisteva nel proferire frasi offensiveed ingiuriose. Veniva trascinato dai propri compagni fuori dal recinto di gioco e al termine della gara, rientrato indebitamente sul terreno di gioco, rivolgeva ulteriori offese all'Arbitro".
Ammenda di 350 euro a carico del Pomarance "per contegno offensivo e minaccioso verso la terna fine gara con posizionamento di un tronco per impedire l'apertura del cancello all'uscita. Intervento dei Carabinieri per tale rimozione e scorta alla terna. Recidiva".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cultura

Attualità

Politica