QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 16°21° 
Domani 18°30° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 16 giugno 2019

Attualità lunedì 20 febbraio 2017 ore 11:05

"I totem? Spese legittime"

Uno dei totem

L'assessore al turismo Gianni Baruffa risponde a Simone Lonzi del Gruppo Misto. "I numeri del turismo sono in crescita. Se ne faccia una ragione"



VOLTERRA — Le spese dell'Amministrazione sono relative ad atti amministrativi e dunque legittime, mentre i numeri del turismo segnalano una crescita: ad affermarlo è l'assessore al turismo di Volterra Gianni Baruffa, nel rispondere alle recenti critiche di Simone Lonzi, che insieme al Gruppo Misto aveva attaccato Baruffa sui "51mila euro non dichiarati per le spese delle festività natalizie" e i "viaggi turistici dell’assessore".

Baruffa risponde alle critiche punto per punto: "Una Città come Volterra ha sempre più bisogno di crescere turisticamente e di scommettere sul futuro - dichiara l'assessore. - In questi ultimi anni siamo cresciuti sia come presenze sia come qualità di strutture ricettive. Per consentire tutto questo, mantenendo quell'equilibrio fragile quanto determinante, tra turisti e cittadini, servono impegno e investimenti".

"Non parlo di spese ma di investimenti - puntualizza Baruffa - perché se da una “mia spesa" genero introiti alle strutture o al tessuto commerciale, è un investimento. Questo deve fare un’Amministrazione. Quest'anno abbiamo avuto due fattori che hanno generato più investimenti da parte del comune, e sono: il contributo della Fondazione Crv, ridotto da 10mila euro dello scorso anno a 2mila di questo anno, e maggiore illuminazione per rendere la città ancora più bella e attrattiva".

"Le foto della piazza illuminata di rosso hanno fatto il giro del mondo - rivendica Baruffa. - Quello che forse Lonzi e compagni non hanno ben chiaro, è che abbiamo chiuso il 2016 con un segno +, sia per le presenze dei poli museali sia per i parcheggi, senza considerare che abbiamo chiuso il mese di gennaio 2017, come presenze rispetto allo scorso anno, con un incremento del 22 per cento".

"Detto questo, sono stati spesi soldi che ho a disposizione nei miei capitoli e usato qualcosa che sarebbe andato in avanzo - si difende l'assessore - scelte che un'Amministrazione fa su dove convogliare le risorse di ogni settore. Forse nonostante qualche anno di assessorato fatto, qualcuno non ha ancora ben chiaro come funziona un bilancio comunale".

"Ho rinunciato a realizzare altre cose concentrandomi su altre a costi minori - spiega Baruffa - così facendo ho potuto concentrare più risorse sul Natale, e in questo non ci vedo niente di male. Questo Natale è stato troppo caro? Però ho visto che non ha resistito Lonzi a mettere la foto della Piazza illuminata suol suo profilo Facebook". 

Baruffa passa quindi ai soldi spesi per il viaggio fatto a Tokyo: "Vorrei informare Lonzi che esiste un capitolo per le missioni istituzionali. Avendo partecipato a un evento promozionale del territorio con Camera di commercio, Toscana Promozione, Enit e l’ambasciata italiana in Tokyo, ha tutta l’aria di essere una missione istituzionale. Credo che sarebbe stato grave non essere presente".

Quindi il totem multimediale installato in Piazza Martiri: "Scelte tecnico-politiche di un'Amministrazione che governa - dice Baruffa. - Scelta tecnica perché è stata fatta la procedura di gara per garantirsi il prezzo più vantaggioso. Scelta politica perché, essendo un prodotto di ultimissima generazione e non essendo “touch”, esce da quella visione di totem fallimentari installati in molte città senza dimenticare la partnership di Samsung Italia al progetto".

Insomma tutte cose che non piacciono a Lonzi ma che per Baruffa sono del tutto legittime: "Quando sarà assessore o sindaco - dice l'assessore, riferendosi a Lonzi - deciderà come meglio spendere i soldi che avrà a disposizione. Ad oggi siede nell’opposizione. E lì è".

Baruffa conclude con due considerazioni: "La prima è che negli ultimi tre anni i soldi per le politiche sociali come Lonzi rivendicava la settimana scorsa sono sempre stati in crescita e la seconda è che il capitolo “eventi” incide nel bilancio del comune per l'enorme cifra dello 0,7 per cento".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Politica

Cultura

Attualità

Politica