QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 13°15° 
Domani 12°18° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
lunedì 20 maggio 2019

Cultura giovedì 18 giugno 2015 ore 09:50

I segni dell'arte contemporanea

Si è conclusa l'edizione 2015 di M'arte; le opere degli artisti sono ancora visibili a Montegemoli



POMARANCE — Si è concluso domenica 14 giugno in Valdicecina il percorso di residenza degli artisti, critici e professionisti M’arte 2015 HABITATHABITUSHUMUS, ma le installazioni di Montegemoli saranno ancora visibili per tutto il mese.

Luoghi come Montegemoli, Pomarance, il Castello Ginori di Querceto e Volterra hanno ospitato il lavoro degli artisti che orbitano attorno al collettivo siciliano SITE SPECIFIC, con sede a Scicli (Ragusa) e altre figure professionali quali il critico/curatore indipendente Pietro GAGLIANÒ, i registi/fotografi Malia BRUKER e Alessandro ZANGIROLAMI, la coreografa/videomaker J. Louise MAKARY e i graphic designers Luisa MILANI e Walter MOLTENI (La Tigre). Artisti che hanno interpretato attraverso il loro sguardo i processi creativi degli artisti e le storie sotterranee che da questi sono emerse.

Partendo da una condivisione di spazio e tempo, il gruppo ha tracciato un percorso artistico comunitario che ha portato alla scoperta del passato, alla valorizzazione del presente, proiettato verso la costruzione del futuro del territorio. Un’armonia a più voci di linguaggi espressivi, dalla pittura all’installazione, dalla grafica alla fotografia, dal video al sound design, dalla narrativa alla critica.

Hanno inoltre partecipato alla manifestazione, come fondamentale valore aggiunto e con progetti ad hoc, gli studenti del Liceo Artistico G. Carducci (Volterra) con il progetto installato a Montegemoli “Forme di Gusci”, e la classe della prima media dell’Istituto Comprensivo Tabarrini (Pomarance).

PAP Aia Meccanica (Montegemoli) ha dato vita al workshop “Dressing Habitat-L’abito del mondo”: adulti e bambini sono stati guidati nella creazione di un’installazione utilizzando materiali di scarto, modificando l’habitat circostante sulle linee della propria immaginazione, visibile nel Giardino di Bella degli Abati a Montegemoli.

Le installazioni a Montegemoli saranno ancora visibili giovedì 18 e giovedì 25 giugno nell’orario 10-19, nei week end del 20 e 21 giugno e 27 e 28 giugno nell’orario 16-21.

Info: Eleonora Raspi | +39 389 04 76 417| eraspi@icloud.com.

(in allegato alcune immagini delle opere degli artisti)



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Elezioni

Politica

Attualità