Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:VOLTERRA19°27°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 01 agosto 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Crolla a peso morto alle parallele: Simon Biles spiega i «twisties» con un video su Instagram

Cultura lunedì 14 aprile 2014 ore 18:30

Il libro di Simoni 'Finirai all'inferno' presentato a San Vincenzo

Il circolo culturale 'La Sciarada' di San Vincenzo ha potuto conoscere il fenomeno geotermico e il romanzo dell'auore pomarancino



POMARANCE — Una giornata diversa e 'rinnovabile' per i numerosi soci del Circolo culturale  'La Sciarada', in via della Torre a San Vincenzo, dove è approdata la geotermia. Sabato 12 aprile si è tenuta, infatti, una interessante lezione sulla principale energia rinnovabile della Toscana che con le 32 centrali di Enel Green Power soddisfa il 26% del fabbisogno elettrico regionale.
Ad esporre il processo geotermico toscano è stato Giorgio Simoni, dipendente Enel Green Power e autore del romanzo ambientato nella zona dei soffioni boraciferi 'Finirai all’inferno'.
Il titolo del libro viene dal nome della zona detta 'La Valle del Diavolo' e il romanzo ha vinto il premio di narrativa gialla “Delitto d’autore 2011”:
Simoni, oltre a presentare il suo libro, ha avuto modo di approfondire e spiegare il fenomeno della geotermia, dalla scoperta nel 1777 dell’acido borico nel lagone Cerchiaio di Monterotondo Marittimo da parte di Uberto Francesco Hoefer di Colonia sul Reno, “Provisioniere delle reali farmacie” della Toscana, il successivo avvio dell’attività chimica del Conte Francesco de Larderel e l’accensione delle prime cinque lampadine nel 1904 grazie all’intuizione del Principe Ginori Conti fino all’attualità dell’eccellenza tecnologica nel settore della perforazione e della produzione di Enel Green Power.
“Abbiamo voluto organizzare questa giornata – ha detto la Presidente del Circolo La Sciarada, Vilma Maria Lalicata – perché siamo molto interessati alle energie rinnovabili soprattutto se queste, come avviene con la geotermia, si innestano su un tessuto culturale, storico e sociale della nostra regione". "Ci farà molto piacere in futuro - ha aggiunto organizzare anche una visita al Museo della Geotermia e agli impianti Enel di Larderello”.
Fonte: Enel- Ufficio Stampa

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Diramata una allerta meteo in codice giallo per domani, domenica 1 Agosto. Temporali nella prima parte di giornata, poi vento forte e mareggiate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

CORONAVIRUS