comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:40 METEO:VOLTERRA11°16°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 01 novembre 2020
corriere tv
De Luca: «Ho ascoltato sindaci autentiche nullità, gente che andrebbe affidata ai servizi sociali»

Spettacoli mercoledì 28 gennaio 2015 ore 15:41

In scena il varietà con Carmela e Paolino

Al Persio Flacco lo spettacolo di Sinisterra, per la regia di Angelo Savelli. Straordinari interpreti Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciuolo



VOLTERRA — Al Teatro Persio Flacco di Volterra va in scena una delle più fortunate produzioni della compagnia Pupi e Fresedde, Carmela e Paolino varietà sopraffino. Appuntamento doppio: domenica 1 febbraio alle 21, 15 e lunedì 2 alle 10,30 il matinèe pensato appositamente per le scuole.
Uno spettacolo rinato dopo 25 anni e che ha conservato intatta sia la freschezza del racconto, sia la capacità di divertire e stupire. Debuttò nell’estate del 1990, destinato a ben 8 anni ininterrotti di successi, che lo hanno portato in lungo e largo per l’Italia ma anche in Argentina, Portogallo, Spagna, Francia, Belgio, Turchia. In scena un riuscito mix di talenti: quello dell’autore Sinisterra che ha scritto Ay Carmela, il puntuale adattamento e la regia di Angelo Savelli, che ha trasferito la vicenda dalla Spagna del ‘38 all’Italia del ‘44, e quello dei due straordinari interpreti, Edy Angelillo e Gennaro Cannavacciuolo.

Ad accogliere il pubblico del Persio Flacco ci sarà Degusta il teatro, a partire dalle 20,30 con degustazioni di vini a cura della Fisar e di prodotti locali, a cura della Filiera corta e dell’Emporio del gusto. Il tutto con l'accompagnamento musicale degli allievi dell’Accademia della musica Città di Volterra.

SINOSSI. Pratola Peligna, un piccolo paese degli Abruzzi nell’inverno del 1944. Sul palcoscenico vuoto del teatro bombardato, Paolino oscuro attore di varietà riceve la visita del fantasma di Carmela, la sua compagna sulla scena e nella vita, uccisa qualche giorno prima dai soldati tedeschi durante un improvvisata rappresentazione teatrale. Carmela descrive a Paolino la sua esistenza in un al di la' dai tratti vagamente beckettiani, mentre ricordi, ripicche e gelosie riaffiorano, tra il melanconico ed il divertito, a riaccendere l'animo degli amanti di un tempo. Ecco cosi' che in un travolgente flash back il vuoto palcoscenico si rianima degli opprimenti addobbi patriottici dei vincitori, i musicisti riprendono il loro posto in orchestra e Carmela e Paolino danno fondo al meglio del loro repertorio di fantasisti per conquistarsi la benevolenza delle truppe d'occupazione.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità