Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:VOLTERRA11°23°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 09 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Il siparietto di Draghi e il pavone: «Ci accompagna da stamattina, sentiamo cosa dice»

Cronaca mercoledì 28 maggio 2014 ore 14:22

Memoria Settanta: le scuole ricordano le stragi naziaste del '44 in Provincia di Pisa

All'iniziativa parteciperanno anche gli studenti di Volterra, Pomarance e Montescudaio



POMARANCE — La memoria come 'terreno di coltura permanente' della coscienza civile. E' questo il tema del progetto 'Memoria Settanta' che, nella ricorrenza dei 70 anni dalla stagione delle stragi naziste perpetrate nel 1944 sul nostro territorio, la Provincia di Pisa ha promosso per e con le scuole di vario ordine e grado.
All’iniziativa, incentrata su un’idea di innovazione dell’insegnamento della storia a partire dallo studio dei fatti locali, hanno aderito complessivamente otto istituti, tre superiori, il Pesenti di Cascina, il tecnico Niccolini di Volterra, l’Iti Marconi di Pontedera e cinque comprensivi con le rispettive classi di terza media: Bientina, Calcinaia e Pomarance, il Griselli di Montescudaio, il Niccolini di San Giuliano.
Ciascuno dei gruppi di studenti impegnati ha svolto un lavoro di approfondimento di episodi appartenenti alla vicenda della propria comunità; domani, giovedì 29 maggio, l’auditorium del centro Maccarrone (via Battisti), ospiterà, dalle 9.30 alle 11.30, la tappa conclusiva di questo percorso.
La presentazione delle varie attività di ricerca sarà preceduta dagli interventi del dottor Stefano Gallo dell’Università di Pisa, da rappresentanti di Aned (Associazione deportati) e Anpi (Associazione partigiani); interverrà inoltre l’assessore provinciale all’istruzione Miriam Celoni.
“La conoscenza del passato – dice Celoni – è fondamentale non solo per la formazione culturale delle giovani generazioni, ma anche per la sua capacità di rafforzare il senso della nostra identità individuale e collettiva, aprendoci ad esperienze diverse da quella del nostro presente”.
Fonte: Provincia di Pisa - ufficio stampa

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un nuovo caso registrato a Pomarance e altri sette in comuni del versante "Valli Etrusche". I numeri dei vaccinati sulla zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Cronaca

Cronaca

Politica