QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 20° 
Domani 22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
domenica 24 marzo 2019

Cronaca martedì 01 luglio 2014 ore 10:32

Partiti i lavori sulla frana a Sesta

Sarà riperta in maniera necessariamente parziale e provvisoria; i 92mila euro necessari saranno pagati dai Comuni di Castelnuovo e Radicondoli



CASTELNUOVO VAL DI CECINA — Sono partiti ieri, 30 giugno, i lavori per il ripristino della SP 35 “di Radicondoli” in prossimità del centro sperimentale di Sesta, al confine con Castelnuovo Val di Cecina.
La Strada Delle Valli del Pavone, fortemente danneggiata da un movimento franoso iniziato nel febbraio scorso, collega il borgo di Castelnuovo con la frazione di Montecastelli ed è chiusa dal 3 marzo scorso, creando notevoli disagi ai cittadini.

I lavori, come spiega la Provincia in un comunicato, seguono un’attenta fase di studio e di monitoraggio che ha consentito di valutare i movimenti ancora in atto, ma al momento fortemente ridotti. La strada verrà aperta in maniera necessariamente parziale e provvisoria, con una “pista” in parte sterrata e protetta da barriere, in modo da incanalare il traffico che si svolgerà a senso unico alternato, con la limitazione ai soli mezzi di massa inferiore a 6 tonnellate, con larghezza massima di mt. 2,20.

Sul posto e ad ogni intersezione, verrà installata un’adeguata segnaletica di preavviso e di limitazione, secondo quanto previsto dal Codice della Strada, nonché un impianto semaforico per disciplinare il traffico. Questo impianto, collegato a sensori di movimento, in caso di aggravamento repentino della frana farà scattare il “rosso” e provvederà automaticamente alla chiamata dei numeri di emergenza per un pronto intervento.

La spesa stimata per questo intervento, che sarà a carico dei Comuni di Radicondoli e di Castelnuovo Val di Cecina nella misura del 50% ciascuno, è di circa 92 mila euro, di cui 52 mila euro per la prima fase di monitoraggio e 40 mila euro per i lavori successivi. Le risorse economiche saranno trasferite dai due Comuni all’Amministrazione Provinciale di Siena, che si farà carico di coordinare l’intervento, impegnandosi ad acquisire le autorizzazioni necessarie e a sviluppare le fasi successive dei lavori.

In questa fase, infatti, in cui le Province hanno bilanci ridotti, la collaborazione con i Comuni diventa fondamentale anche nella gestione delle strade, soprattutto in questo caso in cui la sinergia con i due comuni, che hanno con grande sensibilità compreso il momento molto particolare, rappresenta l’unica soluzione per risolvere un problema viario così grave e urgente.

Fonte: Provincia di Siena - ufficio stampa



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Cronaca