QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
VOLTERRA
Oggi 15°18° 
Domani 13°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
sabato 20 aprile 2019

Attualità giovedì 18 gennaio 2018 ore 16:21

Bulera, lettera del comitato e risposta di Buselli

Il comitato contro l'ampliamento della discarica ha fatto notare che solo il sindaco volterrano ha risposto. Silenzio da Pomarance e Castelnuovo



POMARANCE — Il 17 novembre 2017 è stata presentata dal comitato No ampliamento discarica Bulera una lettera aperta (a firma Rita Guidugli) ai sindaci dei comuni di Castelnuovo VC, Pomarance, Volterra contro il progetto di ampliamento della discarica di Bulera, presentato dalla SCL: "Ad oggi - hanno spiegato dal Comitato - solo il sindaco di Volterra ci ha risposto, ribadendo con la consigliera Tiziana Garfagnini la sua netta e decisa contrarietà a questo progetto. Nessuna risposta è arrivata dai sindaci di Castelnuovo VC e di Pomarance".

Alleghiamo alcuni stralci della lettera inviata ai sindaci:

Si discute ormai già da un anno sul Nuovo progetto di “Ampliamento, riprofilatura e integrazione nel Quadro paesaggistico”della discarica di Bulera , che la società SCL di Larderello ha presentato in Regione. Non ripeteremo la cronistoria della vicenda, già nota, in quanto oggetto di discussione da oltre 15 anni, commentata spesso nei giornali locali e nazionali. Se ne prevedeva la chiusura nel 2004, nel 2009 e nel 2014, ma forse anche in altre date: gli articoli di quegli anni nel Tirreno, nella Nazione, nella Spalletta ne hanno dato informazioni (…..). Oggi, nel più completo, vergognoso e assordante silenzio, da parte di partiti, sindacati, associazioni culturali, si sta decidendo di allungare la vita della discarica per ulteriori 10 anni, fino al 2026, con conferimento non più solamente di materiale locale (ormai inesistente), ma di rifiuti provenienti da tutta Italia e non solo.(…..) Avremmo preferito sicuramente un percorso partecipativo di tutti I cittadini come previsto dalla direttiva della UE e recepita dal consiglio dei ministri italiano(…..), che sollecita le amministrazioni a consultare I cittadini su problemi di interesse pubblico.(…..) Cosa è successo ? : nuovi permessi di ampliamento e di immissione di rifiuti speciali e pericolosi vengono richiesti dalla SCL(….).Non tutti se ne sono accorti e forse ancora non se ne stanno accorgendo,(…..) ma in tutto il territorio dell’Alta val di Cecina lentamente è nata una nuova economia basata su agriturismi, ristoranti, alberghi, prodotti enogastronomici di alta qualità (spesso pubblicizzati anche su canali nazionali) che stanno facendo di questo territorio una zona di nicchia, frequentata, nonsolo nei periodi estivi, da migliaia di turisti italiani e stranieri. Nel Maggio 2016,con la firma del protocollo di Intesa fra Regione, Provincia, Comune, Organizzazioni sindacali e Azienda, la SCL affermava che entro il 2020 (data prevista di chiusura definitiva della discarica e quindi di ingresso di utili) la società avrebbe incrementato il proprio fatturato (da39 a 60 milioni di euro), ma allora (la domanda nasce spontanea) la SCL è un’azienda che opera in quale settore ? quello chimico (…..) oppure di un altro non ben identificato settore (chimico produttivo/smaltimento rifiuti ?)…..La SCL afferma che per realizzare gli impianti/strutture di ricerca per I nuovi innovativi prodotti, deve obbligatoriamente trovare mezzi finanziari utilizzando la discarica, e questo per un tempo di 10 anni (…..). Alla luce delle nostre considerazioni e inquietanti interrogativi, Vi chiediamo di non renderVi compartecipi di scelte scellerate, ma di perseguire l’interesse presente e futuro di tutti I vostri concittadini, dai quali avete ricevuto fiducia e mandato di rappresentanza".


Risposta alla lettera aperta ai sindaci da parte di Marco Buselli, sindaco di Volterra.
"Gentile Sig.ra Rita,

ho aspettato qualche tempo, prima di rispondere alla Sua lettera, per capire come stava evolvendo concretamente la situazione sul Bulera. Qualche giorno fa, abbiamo poi avuto l'invito ad una nuova conferenza dei servizi ed ho capito che, senza vergogna, vengono addirittura messi in discussione risultati importanti, ottenuti faticosamente in incontri dove di fatto la strada principale era già tracciata. La Regione ci ha costantemente assicurato le migliori intenzioni sul Bulera, ma, come diceva Karl Marx in un suo scritto, "la strada per l'inferno è lastricata di buone intenzioni", per cui non mi fido. Anche aver rimesso in discussione ciò che di buono si era riusciti a portare a casa, come la Regione fa in questo caso riconvocando la conferenza dei servizi, rafforza di fatto quel che penso. Con il Consigliere con delega alla frazione di Saline di Volterra Tiziana Garfagnini, ci siamo battuti, fin dal primo momento, per far sì che almeno si chiamasse per nome quella che invece era stata definita "riprofilatura", per far effettuare verifiche di impatto ambientale sull'abitato di Saline di Volterra, martoriato dai mezzi pesanti, ma anche contestando l'idea stessa di andare ad ampliare, con rifiuti pericolosi, una discarica che invece si sarebbe dovuta chiudere anni e anni fa. Infine abbiamo cercato di proteggere la cosa più preziosa, l'acqua, con il campo pozzi di Puretta ed il Fiume Cecina, che, come del resto il paesaggio, appartiene a tutta la valle e non solo ad una parte di essa. Abbiamo quindi votato contro il progetto complessivo, coscienti della responsabilità che ci assumevamo. Crediamo che il nostro territorio debba puntare su altro. Crediamo soprattutto che non si possa puntare allo stesso tempo su una vocazione di accoglienza, di paesaggio e di patrimonio culturale, assieme alle discariche. Questa discarica serve alla Regione, non a noi. Una Regione che è in debito enorme col nostro territorio, in cui continua a permettere che venga dilapidata la risorsa del sale ed in cui si continuano a mettere in discussione i servizi di base, senza il mantenimento ed il rilancio dei quali, non possiamo pensare di risalire la china e di riuscire a costruire un futuro per i nostri figli

Marco Buselli

sindaco di Volterra".



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Elezioni

Elezioni

Attualità

Lavoro