comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:40 METEO:VOLTERRA13°  QuiNews.net
Qui News volterra, Cronaca, Sport, Notizie Locali volterra
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, il punto del ministero della Salute sulla situazione epidemiologica in Italia - La diretta video

Elezioni 2020 lunedì 27 luglio 2020 ore 15:48

Le richieste del Pd al candidato Mazzeo

Antonio Mazzeo (Pd)

La base pomarancina dem chiede al candidato pisano per il consiglio Regionale alcuni impegni su viabilità, geotermia e nuove tecnologie



POMARANCE — Venerdì scorso il Partito Democratico di Pomarance ha incontrato Antonio Mazzeo, candidato del Pd al consiglio regionale della Regione Toscana, per discutere di alcune problematiche relative al nostro territorio. Tre i temi chiave dell'incontro, che il Pd di Pomarance ha così riassunto.

"VIABILITÀ - Abbiamo chiesto di inserire tra le priorità la necessità di intervenire su ANAS affinché inserisca tra le priorità l'ammodernamento la strada 439 che collega la Val di Cecina con Pisa, ormai divenuta intransitabile.

SVILUPPO DEL TERRITORIO - Abbiamo chiesto che si vada a varare al più presto una normativa regionale la quale preveda che i proventi della ambientalizzazione della discarica del Bulera versati dal gestore alla Regione (si tratta di oltre 20 milioni di euro) possano servire a finanziare progetti di sviluppo economico per il nostro territorio. 

GEOTERMIA – Abbiamo ribadito che qualsiasi accordo o intesa con Enel in questo momento, sia pure in merito agli appalti avrebbe ben poco respiro ed efficacia senza una rapida soluzione del problema legato al rinnovo degli incentivi. Infatti, riteniamo il Fer2 è l’unica condizione per poter ripartire con i progetti geotermici. Questo anche a detta di Enel, che proprio al varo del Fer2 ha vincolato la ripresa del suo maggiore progetto, PC6. Ridurre tutto al problema degli appalti vorrebbe dire correre il rischio di fornire alle nostre imprese condizioni di lavoro economicamente senz’altro più favorevoli, ma di poca importanza concreta se poi per la stagnazione delle attività di Enel esse non hanno la possibilità di lavorare. Il Fer2 rimane a nostro parere un nodo da sciogliere con urgenza, oltre che condizione essenziale per andare velocemente ad un rinnovo delle concessioni in un quadro normativo adeguato. 

NUOVE TECNOLOGIE – Riteniamo molto importanti e centrate le proposte di Antonio Mazzeo per una evoluzione industriale e produttiva della Val di Cecina all’insegna delle nuove tecnologie diretta verso sbocchi importanti nelle produzioni e soluzioni legate alla robotica, alla telematica, alla telemedicina e alla gestione dei big data. Riteniamo interessante l’idea di creare un polo produttivo di questo tipo in Alta Val di Cecina, magari in sinergia con quello già esistente a Navacchio, sfruttando la presenza dell’Ospedale, dell’istituto Sant’Anna, del basso costo dell’energia e della fibra ottica. Si creerebbero così sinergie importanti quali un impatto ambientale minimo, altissima qualità della produzione, ed altrettanto alti ritorni economici. Questo anche perché è nostra convinzione come nella futura programmazione del nostro territorio l’industria tradizionale continuerà ad essere si un fattore importante ma al tempo stesso anche sempre più marginale. In proposito crediamo che sia siano necessari progetti ed investimenti, insomma occorrerà individuare soggetti sia pubblici che privati che traccino la strada, in modo da uscire gradualmente dalle secche della geotermia tradizionale e delle produzioni ad alto impatto ambientale.

Riteniamo che le aperture fatte In tal senso da Antonio Mazzeo siano state molto importanti e senz’altro da riprendere e sostenere da tutto il partito nel corso della prossima campagna elettorale".



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità